Politica
Dati aggiornati

Covid, Zaia: “In Veneto 656mila persone non vogliono vaccinarsi. Over 40 possono prenotare 3 dose” | +1283 positivi | Dati 19 novembre 2021

Il Veneto rimane ancora in zona bianca.

Covid, Zaia: “In Veneto 656mila persone non vogliono vaccinarsi. Over 40 possono prenotare 3 dose” | +1283 positivi | Dati 19 novembre 2021
Politica 19 Novembre 2021 ore 14:00

Nuovo aggiornamento dalla sede della Protezione Civile di Marghera della Regione Veneto con il residente Luca Zaia.

Il bollettino

Tamponi molecolari, 7.341.613, tamponi rapidi 10.136.730, i positivi nelle ultime 24 ore sono 1.283. I positivi oggi sono 19.297. I ricoverati sono 421, in area non critica ci sono 357 (+6), in terapia intensiva 64 (+2), in terapia intensiva non Covid ci sono 348. Decessi 11.892, dimessi 23.971 (+26)

Sui dati il Governatore ha fatto dei ragionamenti:

Oltre 400 pazienti sono in ospedale, questa mattina abbiamo fatto una riunione con i direttori generali, le sensazioni che emergono sono: la prima, la gestione attuale a livello di ricoveri è di gestibilità affrontabile. Abbiamo 64 persone in terapia intensiva e un totale di 400 persone ricoverate. Abbiamo oltre l’85% di vaccinati che ci permette di avere un impatto ospedaliero contenuto. Nella situazione sanitaria del Veneto si aggiunge un altro fenomeno che non c’era cioè gli ospedali presi d’assalto da una serie di patologie respiratorie che quest’anno pesano, tra malattie respiratorie che avevamo di gran lunga ridotto nell’invernata 2020-21. Abbiamo un picco di influenza che si fa sentire”.

2 foto Sfoglia la gallery

Situazione vaccini

Il presidente della Regione Veneto, Luca Zaia ha parlato della situazione per quanto riguarda i vaccini:

“Noi abbiamo una preoccupazione perché se andiamo a vedere il bollettino dice abbiamo fatto 15.617 vaccinazioni nelle ultime 24 ore, delle quali 10.788 terze dosi e solo 1.152 prime dosi. Della popolazione Veneta siamo 4miloni 800mila e abbiamo 656mila persone che non hanno nessun impedimento a vaccinarsi, che hanno deciso volontariamente di non vaccinarsi. Non è che qua si fa l’occhiolino ai vaccinati o no, la questione è che in Veneto ci sono 656mila persone che hanno deciso di non vaccinarsi in un regime di volontarietà, hanno fatto una scelta. Non contiamo quelli che non posono vaccinarsi”.

Sui dati, per quanto riguarda le vaccinazioni il Veneto è arrivato a una media regionale del 85,1%

  • sopra 80 anni, vaccinati 100%
  • 70-79, vaccinati 93%
  • 60-69, vaccinati 89,9%
  • 50-59, vaccinati 85,5%
  • 40-49, vaccinati 79,7%
  • 30-39, vaccinati 79,4%
  • 20-29, vaccinati 83,8%
  • 12-19, vaccinati 70,9%
3 foto Sfoglia la gallery

Zaia parlando delle vaccinazioni ha proseguito:

“La vaccinazione sta procedendo, c’è uno zoccolo duro importante di persone che non si vogliono vaccinare”.

Al via la terza dose per gli over 40

Il Governatore ha annunciato che da oggi gli over 40 possono prenotare la terza dose:

“Oggi vogliamo lanciare la terza dose, il sistema funziona. Sopra i 40 anni si può fare la 3 dose, quindi i 40enni da lunedì potranno ricevere la terza dose. Il sistema riesce a calcolare chi nella fascia 40-50 anni ha già ottenuto la seconda dose da almeno 6 mesi e quindi mostrerà già il calendario corretto con le prime date utili entro cui poter fare la dose. Non bisognerà quindi fare alcun calcolo. I cittadini veneti al 31 dicembre che possono vaccinarsi con la terza dose sono 1 milione e 650mila, mentre 231.851 venneti hanno già ricevuto la terza dose. Abbiamo 210.894 cittadini che si sono già prenotati per un totale di 442.445 aventi titolo che sono il 27%. Abbiamo deciso anche di dare il via all’invio di un Sms per ricordare ai cittadini di prenotare la terza dose, abbiamo previsto l’invio di 500 Sms ogni minuto ai veneti che hanno titolo per prenotare la terza dose”.

Sul green pass…

Zaia ha parlato anche del green pass:

“C’è un dibattito in corso sulla durata del green pass, per ora non c’è alcuna conferma però non è escluso che venga ridotta dal Governo a 9 mesi di validità. Per quanto riguarda il modello Austria non ne abbiamo parlato, secondo il mio punto di vista non è praticabile dal punto di vista giuridico”.

La dottoressa Francesca Russo ha parlato invece dei dati Rt e della zona designata per il Veneto:

“Noi abbiamo un Rt 1.23 che rimane uguale alla settimana scorsa. L'incidenza invece è cresciuta ed è a 166,1 su 100mila. Per quanto riguarda i tassi di occupazione sono in terapia intensiva 6% e in area media invece sono 5%. Ricordo che per il passaggio in fascia gialla le terapie intensive devono essere del 10% e l’area medica del 15%. Noi restiamo in zona bianca”.

Per quanto riguarda invece le scuole, la dottoressa Russo ha snocciolato i dati:

Abbiamo 1906 studenti positivi e 161 docenti positivi al Covid. Abbiamo a oggi 8.754 studenti che sono in quarantena e invece 11.503 sono in monitoraggio. Per quanto riguarda i docenti, sono 650 positivi e 694 sono invece in monitoraggio. Per quanto riguarda invece le percentuali di positività abbiamo un 31.8% nelle scuole dell'infanzia, un 31.9% alla primaria, un 28.3% alla scuola secondaria di primo grado e un 21.3% alla scuola secondaria di secondo grado”.