Altro
RACCOLTI DECIMATI

Coldiretti fa la conta dei danni del gelo alle coltivazioni nel trevigiano

Inviata ad Avepa la mappa delle aree colpite con la richiesta di attivare il Fondo di solidarietà nazionale

Coldiretti fa la conta dei danni del gelo alle coltivazioni nel trevigiano
Altro Castelfranco, 22 Aprile 2021 ore 15:00

Dopo la sferzata fredda di due settimane fa, la fotografia della situazione nei frutteti e nei vigneti è davvero preoccupante.

La comunicazione

Una pec che non si avrebbe mai voluto fare. E’ quella che Coldiretti Treviso ha indirizzato nei giorni scorsi ad Avepa con la fotografia dei danni da gelo all’agricoltura trevigiana. Ciliegie e kiwi le colture più colpite con perdite stimate al 100 %. Per l’ortofrutta trevigiana si teme una perdita di circa € 20 milioni di prodotto. I timori per la viticoltura al momento sono in fase di stallo. Ai primi di maggio le verifiche in campo ci diranno lo stato dell’arte. Ad Avepa, Coldiretti Treviso, a seguito di avversità atmosferiche eccezionali assimilabili alle calamità naturali,  che determinano danni superiori al 30% della produzione ordinaria,  chiede di attivare  gli interventi del Fondo di solidarietà nazionale. Ai tecnici competenti ora le verifiche del caso.

Il quadro zona per zona

Ecco il report di Coldiretti Treviso sui danni nella Marca trevigiana:

  • Povegliano-Ponzano: Kiwi, pesco, ciliegio (disseccamento da gelo di gemme, fiori, rametti) perdita del
    100 %
  • Oderzo-Motta: Vite (varietà precoci) perdita del 30% - 40%
  • Cimadolmo: Asparago verde (riduzione del 100% del prodotto in raccolta: si prevede che rimarrà così per almeno altri 10 giorni per effetto delle allessature).
  • Cimadolmo: Asparago bianco (50% dei turioni emersi allessati). Ritardo della produzione di una settimana
  • Altivole: Vite Prosecco (Danni su gemme da 20 a 30%), asparago bianco e verde (come a Cimadolmo), ciliegie (100%)
  • Zona di Castelfranco:  kiwi (80% danni su coltura senza protezione e microirrigazione; 20 - 30% su kiwi con sistemi di protezione), orticole senza protezione (piselli, fagiolini, cipolle invernali 100%), asparagi verdi       (100% lessati), asparagi bianchi (lessate le punte e rallentamento del 50% di minor produzione)
  • Volpago e Giavera:  kiwi (da 15% a 40%)
  • Zona di Montebelluna: vite (10% - 20% ma si vedrà fra una settimana)