Attualità
Contagi in crescita

Castelfranco, Marcon firma l'ordinanza: obbligo di mascherina all'aperto e accessi controllati ai Mercatini di Natale

Ridimensionata anche la "Festa del Radicchio" prevista proprio questo fine settimana. L'appello alle associazioni: "Evitate le cene di Natale".

Castelfranco, Marcon firma l'ordinanza: obbligo di mascherina all'aperto e accessi controllati ai Mercatini di Natale
Attualità Castelfranco, 10 Dicembre 2021 ore 16:42

Il sindaco di Castelfranco, Stefano Marcon, dopo approfonditi confronti con i colleghi Sindaci della castellana e con i vertici dell’Ulss 2 ha firmato oggi, venerdì 10 dicembre 2021, l’ordinanza.

Castelfranco, Marcon firma l'ordinanza

Crescono, purtroppo, giorno dopo giorno i dati sui contagi in provincia di Treviso, ed in particolare nel territorio della castellana. Il sindaco di Castelfranco, Stefano Marcon, dopo approfonditi confronti con i colleghi Sindaci della castellana e con i vertici dell’Ulss 2 ha firmato oggi, venerdì 10 dicembre 2021, un’ordinanza che impone l’uso della mascherina all’aperto e regola l’accesso ai frequentatissimi mercatini di Natale, i quali fin d’ora assimilati agli ordinari mercati su aree pubbliche necessitano, a fronte del risalire dei contagi, di una particolare attenzione, a tutela della salute pubblica. Il provvedimento è subito operativo, quindi entra in vigore già da oggi, venerdì.

“Stiamo rivivendo momenti drammatici e i nostri ospedali sono sempre più sotto stress – commenta il sindaco, Stefano Marcon –; dopo un confronto con i colleghi e con i vertici dell’ULSS2 abbiamo deciso di firmare questa ordinanza che regola per quanto possibile le manifestazioni e gli eventi del periodo natalizio, e impone l’obbligo di mascherina all’aperto qualora non si possa garantire la distanza di un metro dalle altre persone. Invitiamo tutte le nostre associazioni ad annullare o evitare le tradizionali cene di Natale per ridurre al minimo qualsiasi occasione di contagio. Inoltre abbiamo regolamentato, diversamente da quanto inizialmente previsto, i mercatini di Natale nei giardini delle mura e abbiamo rivisto anche la programmazione della festa del radicchio in programma domani, sabato 11, e domenica 12 dicembre.”

Ridurre gli assembramenti per limitare i contagi

“La festa del radicchio” viene quindi ridimensionata con l’annullamento degli eventi previsti sabato 11 dicembre e domenica 12 dicembre nella tensostruttura di piazza XXIV maggio a cura del Consorzio “Ristoranti del radicchio”. Annullata anche la visita guidata promossa dallo IAT di Castelfranco. È spostata all’interno del Teatro Accademico, dove per accedere serve il Green pass rafforzato, la premiazione del miglior radicchio variegato di Castelfranco domenica 12 dicembre. Sempre per domenica, confermato con accesso controllato e prenotazione obbligatoria, la tavola rotonda organizzata dalla Pro Loco in Villa Bolasco.

I mercatini di Natale, aperti anche questo week end fino al 9 gennaio 2022, nei Giardini delle mura, vedranno un accesso controllato, con Green pass rafforzato, e con un unico flusso con accesso da piazza XXIV maggio e uscita da Ponte Garibaldi.

Obbligo di mascherina

L’obbligo di mascherina all’aperto su tutto il territorio comunale è imposto in tutte quelle occasioni in cui è possibile il crearsi di assembramenti e comunque ogniqualvolta non sia possibile mantenere e garantire la distanza interpersonale di almeno un metro.

Così come previsto dalla vigente normativa, non hanno obbligo di indossare il dispositivo di protezione delle vie respiratorie i bambini di età inferiore ai sei anni e le persone con patologie o disabilità incompatibili con l’uso della mascherina.

Secondo l'amministrazione castellana la mascherina è uno strumento fondamentale di prevenzione dei contagi: verranno rafforzati i controlli. L’inosservanza dell’obbligo dell’uso delle mascherine comporterà l’applicazione della sanzione amministrativa pecuniaria da 400 a mille euro. L’obiettivo non è sanzionare ma sensibilizzare i cittadini a proteggersi. Tutti insieme abbiamo il dovere di collaborare per tutelare la salute pubblica ed uscire finalmente da questa situazione.