Menu
Cerca
RICORDO E PREGHIERA

Celebrato il 7° anniversario della canonizzazione di Giovanni Paolo II

La Sezione UNCI di Treviso e AGLAIA insieme per una Messa nella chiesa di Negrisia in ricordo del Santo Pontefice

Celebrato il 7° anniversario della canonizzazione di Giovanni Paolo II
Attualità Oderzo e Motta, 29 Aprile 2021 ore 16:57

In occasione della ricorrenza, il Presidente della Sezione UNCI di Treviso l’Uff. Gianni Bordin, in accordo con l’Associazione AGLAIA di Salerno, ha promosso la celebrazione di una Santa Messa, che si è tenuta domenica 25 aprile nella chiesa Parrocchiale di Negrisia.

In ricordo di Wojtyla

Ore 10.14 del 27 aprile 2014. Una platea di fedeli ascolta in silenzio immacolato le parole di Papa Francesco, che proclama santo Giovanni Paolo II.

Sono trascorsi sette anni, ma il suo ricordo è ancora vivido e pulsa nei nostri cuori. Il Papa per la famiglia e per i giovani, il Papa contro i totalitarismi. Lo sguardo misericordioso di Giovanni Paolo II è simbolo di un’amicizia nella fede.

Ancora una volta insieme, UNCI e AGLAIA sono anche organizzatori del “Premio Internazionale Giovanni Paolo II”, la manifestazione nazionale e internazionale in onore del Santo Pontefice, che ogni anno riconosce personaggi del mondo della cultura, della politica, dell’arte o della Chiesa, distintisi per le loro azioni, volte alla tutela e alla promozione della Sacralità della Vita, in armonia con i principi cristiani della Chiesa Cattolica.

Tra gli altri organizzatori e sostenitori dell’evento, il Presidente Espedito De Marino e il Parroco di Negrisia Don Gianni Biasi.

Cerimonia partecipata

Alla cerimonia erano presenti il Sindaco di Ponte di Piave Paola Roma, il comandante della locale stazione di carabinieri il Luogotenente Vittorio Degiglio, il Colonnello Ernesto e

il Colonnello Ernesto Acciarino, già vicecomandante della caserma di Motta di Livenza. Insieme a loro, anche l’Ufficiale Giorgio Volpato dell’UNCI, il Cav. Claudio Camazzola e il luogotenente Luciano Salvatore, che, con Don Gianni Biasi, è stato insignito il dicembre scorso dell’Onorificenza di Cavaliere al Merito della Repubblica Italiana.

Durante il rito, l’Ufficiale Gianni Bordin ha recitato la preghiera al santo, che durante il suo cammino ha sempre «combattuto la guerra invocando il dialogo e seminando l’amore».

“In un momento come quello in cui ci troviamo – ha commentato il Presidente della sezione Trevigiana dell’UNCI- ripensare alla passione e all’atteggiamento resiliente di Papa Giovanni Paolo II, può essere un modo per ritrovare la forza e non arrendersi. Mai.”