Attualità
MONTEBELLUNA

Contributi per 300mila euro a fondo perduto per le associazioni sportive “provate” dall’emergenza

L’amministrazione comunale pubblicherà anche un bando per salvaguardare gli impianti sportivi e valorizzare l’associazionismo

Contributi per 300mila euro a fondo perduto per le associazioni sportive “provate” dall’emergenza
Attualità Montebelluna, 30 Aprile 2021 ore 15:25

Il Covid ha colpito indirettamente tutte le realtà attive nel settore sportivo, costrette a fermarsi e a rischiare la chiusura

Stanziamento corposo

Ammonta a 300mila euro l’imponente operazione messa in piedi dall’amministrazione comunale di Montebelluna che a breve pubblicherà uno specifico bando pensato per salvaguardare il patrimonio degli impianti sportivi e a valorizzare l’associazionismo sportivo, espressione del territorio che da anni opera nel settore e che svolge un ruolo sociale ed educativo fondamentale in particolare promuovendo l’attività sportiva tra i giovani e i disabili.

“Il protrarsi della pandemia - evidenzia il primo cittadino, Elzo Severin - e dell’emergenza sanitaria prorogata almeno fino alla fine di giugno, assieme ai vari provvedimenti e le misure sin qui adottati per fronteggiare l’emergenza COVID-19, hanno portato alla sospensione iniziative di qualsiasi natura, anche di carattere sportivo. La chiusura prolungata dei vari impianti sportivi ha comportato per i gestori ed i proprietari degli stessi, da un lato, minori introiti e dall’altro spese aggiuntive per poter riaprire in totale sicurezza e nel rispetto delle norme poste a salvaguardia della salute degli utenti e degli addetti ai lavori.

Va anche detto che, malgrado le ripercussioni negative sui propri bilanci per l’interruzione forzata delle attività, le associazioni sportive locali hanno comunque assolto onorevolmente a tutti gli impegni di gestione degli impianti sportive a loro affidati in concessione in uso o gestione.

Intervento doveroso e a fondo perduto

"Per questo - prosegue il sindaco - abbiamo ritenuto doveroso intervenire anche ad integrazione di quanto stanno già facendo altre istituzioni pubbliche, garantendo dei sussidi economici a coloro che, a causa della sospensione forzata, hanno subito diretti e rilevanti danni economici.

I contributi a fondo perduto verranno concessi in base ad una serie di criteri: ad esempio, le associazioni o le società sportive dilettantistiche gestori di impianti sportivi comunali, presenti nel territorio comunale, dovranno impegnarsi a non cessare l’attività per cui si chiede il contributo prima di un anno dalla data di ammissione al contributo.

Faccio presente che prossimamente sarà pubblicato un ulteriore bando – grazie ai 20mila euro previsti con l’applicazione dell’avanzo che si aggiungono ai circa 60mila euro già disponibili - con ulteriori risorse rivolte a tutte le associazioni sportive”.

Il bando

Il bando sarà finanziato con un budget massimo di bilancio di 300mila euro che verrà riproporzionato in relazione al numero delle domande presentate e alle risultanze istruttorie della documentazione che verrà presentata a supporto della richiesta effettuata dalla commissione competente.

L’importo massimo concedibile a ciascuna associazione non potrà comunque superare il 70% della disponibilità del bando e che l’importo massimo del contributo sarà riproporzionato a partire dal massimo concedibile qualora il numero delle domande pervenute sia tale da rendere insufficiente la somma complessiva in dotazione alla presente iniziativa.