Attualità
Necessita di ossigeno

Covid, ricoverato a Vittorio Veneto leader no vax trevigiano: era tornato da Medjugorje

Il 56enne Lorenzo Damiano, ex candidato a Conegliano e fondatore del movimento Norimberga 2, è in terapia sub intensiva dopo aver contratto il virus.

Attualità Conegliano e Valdobbiadene, 24 Novembre 2021 ore 14:41

Ricoverato a Vittorio Veneto uno dei leader "no vax" della Marca, Lorenzo Damiano. Era da poco tornato da un viaggio a Medjugorje, quando ha accusato i primi sintomi Covid.

Covid, ricoverato a Vittorio Veneto leader no vax trevigiano

E' grave in ospedale a Vittorio Veneto, Lorenzo Damiano, figura di spicco della galassia "no vax" nella Marca trevigiana. Il presidente dell'associazione ultracattolica "Pescatori di Pace", candidato alle scorse elezioni a Conegliano con una lista che non faceva certo mistero della sua contrarietà ai vaccini anti Covid, era rientrato solo pochi giorni fa da un viaggio a Medjugorje (vedi VIDEO), quando ha iniziato ad accusare i primi sintomi del contagio.

"Come sapete sono venuto qui per vedere un terreno da acquistare – raccontava in un video dell’11 novembre scorso -. La prossima settimana tornerò per chiudere l’accordo per realizzare una sede dell’associazione dei Pescatori di Pace, tenetevi pronti".

Damiano aveva fondato anche il movimento Norimberga 2 per giudicare i presunti colpevoli della pandemia. Non è escluso che, proprio il viaggio nel paesino dei Balcani, area assai critica sul fronte dei contagi Covid, possa essere all'origine dell'infezione.

Di sicuro c'è che ora il 56enne, ricoverato nel reparto sub intensivo a Vittorio Veneto, necessita di ossigeno dato l'aggravarsi della malattia, inizialmente curata a domicilio.