Attualità
Applausi negli Usa

Da Valdobbiadene a New York: Prosecco Cycling e il Veneto "mordono" la Grande Mela

Corazzari: “Esperienza fantastica e progetto di grande livello”. Stefani e Podziba (Bike New York): “Accomunati dagli stessi obiettivi”.

Da Valdobbiadene a New York: Prosecco Cycling e il Veneto "mordono" la Grande Mela
Attualità Conegliano e Valdobbiadene, 04 Maggio 2022 ore 10:52

Grande accoglienza per la delegazione veneta, guidata dall’assessore regionale Corazzari, dal sindaco Fregonese e dall’organizzatore Massimo Stefani, che il 1° maggio è stata ospite del TD Five Boro Bike Tour, il giro ciclistico più importante d’America.

Da Valdobbiadene a New York: Prosecco Cycling e il Veneto "mordono" la Grande Mela

La Prosecco Cycling e il Veneto mordono la “Grande Mela”. Il TD Five Boro Bike Tour ha reso omaggio all’evento di Valdobbiadene e alle colline dell’Unesco, accogliendo con tutti gli onori la delegazione veneta intervenuta domenica 1° maggio a New York, in occasione dell’edizione 2022 del più importante giro ciclistico d’America.

Sono stati oltre trentamila i ciclisti a pedalare lungo le 40 miglia (64 km) del percorso che, attraversando i cinque distretti di New York (Manhattan, Brooklyn, Queens, Bronx e Staten Island), si è sviluppato sino al traguardo di Staten Island. La delegazione veneta, guidata dall’assessore regionale al Territorio, Cultura e Sport, Cristiano Corazzari, dal sindaco di Valdobbiadene, Luciano Fregonese, affiancato dal vicesindaco Pierantonio Geronazzo, e dall’organizzatore della Prosecco Cycling, Massimo Stefani, è stata accolta sulla linea di partenza, tra i grattacieli di Manhattan, da Ken Podziba, presidente e CEO di Bike New York, società organizzatrice del TD Five Boro Bike Tour.

Gli oltre trentamila ciclisti, pronti ad invadere le strade e i ponti della città per un giorno completamente chiusi al traffico, hanno fatto da cornice ad un brindisi con il Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore Docg di Villa Sandi, fatto arrivare appositamente dall’Italia, che ha coinvolto gli ospiti italiani e le autorità newyorchesi. Particolarmente applaudito il gigantesco e scenografico calice (1,50 metri d’altezza) realizzato dal maestro del vetro, Marco Varisco, che riportava la scritta “New York – World Cycling Monuments Events – Valdobbiadene”.

Da New York è così ufficialmente partito il conto alla rovescia in vista del World Cycling Monuments Meeting, il grande meeting sulla sostenibilità ambientale che il prossimo autunno, alla vigilia della Prosecco Cycling, coinvolgerà gli organizzatori dei più partecipanti eventi ciclistici del pianeta: non solo il TD Five Boro Bike Tour, ma anche il Cape Town Cycle Tour (35.000 partecipanti), la Ride London (25.000) e la svedese Vatternrundan (20.000). Non solo: la presenza della delegazione regionale a New York è stata anche l’occasione per promuovere il Veneto e le colline di Conegliano e Valdobbiadene patrimonio dell’Unesco come destinazione privilegiata del cicloturismo mondiale.

“Sono rimasto impressionato dal numero di partecipanti del TD Five Boro Bike Tour - commenta l’assessore Corazzari, delegato dal presidente della Regione, Luca Zaia, a rappresentare il Veneto a New York -. Un’esperienza fantastica e una grande occasione per presentarsi in un contesto internazionale d’altissimo livello, cogliendo opportunità che altrimenti sarebbero state difficilmente raggiungibili, penso ad esempio al valore della pagina promozionale della Regione del Veneto e della Prosecco Cycling che è stata inserita nel magazine ufficiale del TD Five Boro Bike Tour consegnato a tutti i partecipanti”.

Durante la cerimonia di partenza la delegazione veneta ha consegnato la bandiera della regione e una magnum di Prosecco Superiore Docg di Villa Sandi a Podziba e Ydanis Rodriguez, Commissioner of the New York City Department of Transportation, il commissario incaricato dal sindaco Adams di trasformare New York nella città più ciclabile e pedonabile degli Stati Uniti.

“Pedalare senza traffico a New York è stata davvero un’esperienza unica – spiega Mr. Prosecco Cycling, Massimo Stefani, dopo aver a sua volta vestito i panni di ciclista -. Anche se in un contesto urbano totalmente diverso dalle nostre colline, il TD Five Boro Bike Tour rappresenta al meglio quello che è anche lo spirito della Prosecco Cycling. Giovani e famiglie, tutti in bicicletta per una giornata all’insegna della sostenibilità ambientale e della beneficenza, dato che l’evento newyorchese ha tra le sue finalità anche la raccolta di fondi per sostenere programmi di incentivazione all’uso della bicicletta. Ringrazio la Regione del Veneto, il presidente Zaia, gli assessori Caner e Corazzari e il sindaco Fregonese per la sensibilità dimostrata verso l'iniziativa, che con ogni probabilità replicheremo anche a Città del Capo, a Londra e negli altri eventi mondiali che hanno dimostrato interesse verso il progetto di sostenibilità ambientale espresso dal World Cycling Monuments Meeting”.

La partnership tra la Prosecco Cycling e il TD Five Boro Bike Tour è frutto degli ottimi rapporti che l’evento di Valdobbiadene sta intessendo a livello internazionale. Lo scorso autunno era stato Ken Podziba, presidente e CEO di Bike New York, società organizzatrice del TD Five Boro Bike Tour, a rendere visita alla Prosecco Cycling. Podziba aveva pedalato alla Prosecco Cycling, rimanendo colpito dal fascino dei paesaggi e dal clima di festa che si respirava nel giorno dell’evento tra le colline trevigiane. Alla Regione del Veneto è stata anche dedicata una pagina pubblicitaria sul magazine ufficiale dell’evento newyorchese che è stato consegnato agli oltre 30 mila partecipanti.

“Sono felice di aver ricevuto la visita della delegazione veneta al TD Five Boro Bike Tour – dichiara Podziba -. Lavoreremo insieme alla Prosecco Cycling per arrivare alla piena sostenibilità ambientale dei nostri eventi. Con la Prosecco Cycling abbiamo molte cose in comune: oltre all’attenzione per l’ambiente e alla grande amicizia instaurata con Massimo Stefani, crediamo in un ciclismo slow, alla portata di tutti e per le famiglie. La bicicletta è il mezzo di trasporto perfetto per una mobilità sostenibile, soprattutto in città”.

Prosecco Cycling tornerà domenica 2 ottobre. L’evento che in 18 edizioni ha fatto pedalare 45 mila appassionati da oltre 35 Paesi sarà caratterizzato da un unico percorso che si svilupperà per 100 chilometri (con un dislivello di 1.600 metri), attraversando 13 dei 15 Comuni della Docg. Lo start avverrà all’ombra del campanile di Valdobbiadene. Il tracciato si svilupperà con un continuo saliscendi e panorami che vanno dritti al cuore, toccando anche Combai, Follina e Pieve di Soligo. Proseguirà verso Collalto e Crevada, attraverserà il Felettano e passerà per Conegliano, prima di prendere la strada del ritorno verso Valdobbiadene.

LEGGI ANCHE:

Prosecco Cycling c'è: la carica dei 1157 appassionati nella domenica del ciclismo ritrovato - GALLERY

Sulla strada del ritorno verso Valdobbiadene, si attraverserà Pieve di Soligo. Quindi via, in direzione di Guia, Follo e Santo Stefano, passando anche per la zona del Cartizze. E’ un tracciato collinare, ma senza particolari asperità, tanto che la Prosecco Cycling è un evento consigliato a tutti gli appassionati: possibile persino la partecipazione con bici a pedalata assistita. Da quest’anno, inoltre, c’è la possibilità di partecipare alla Prosecco Cycling rinunciando al chip di cronometraggio, in modo da poter godere degli splendidi paesaggi delle colline del Prosecco senza badare al cronometro. Confermati anche gli speciali format di classifica, con un occhio di riguardo per le squadre più che per i singoli. C’è persino il premio Maglia Nera per i team più lenti quanto a media di percorrenza di tre salite cronometrate (Muro Ca’ del Poggio, Via dei Colli e Collalto).

E poi il Grand Tour Gourmet, iniziativa che porterà i partecipanti alla Prosecco Cycling a scoprire i prodotti tipici del territorio e a brindare con il Prosecco Superiore Docg. Gli iscritti alla Prosecco Cycling troveranno nel pacco omaggio un buono sconto di 15 euro che potranno utilizzare, da venerdì 30 settembre a domenica 9 ottobre, per pranzare o cenare nei ristoranti, trattorie, osterie e agriturismi aderenti alla rassegna e accuratamente selezionati per la qualità dei loro prodotti, rigorosamente italiani e del territorio. Una sessantina le strutture ricettive che hanno aderito all’iniziativa.

Grand Tour Gourmet è anche l’ormai classica sosta sul Muro di Ca’ del Poggio a base di Prosecco e scampi. Poi, una volta tagliato il traguardo a Valdobbiadene, in Piazza Marconi, gli appassionati andranno alla scoperta dei sapori del Prosciutto Veneto Dop e della Casatella Trevigiana Dop e parteciperanno al Tiramisù Taste Event che li attenderà Villa dei Cedri. La chiusura in bellezza di una domenica che proporrà contenuti nuovi e coinvolgenti anche una volta scesi dalla bici: sapori speciali per un territorio speciale. Apprezzato anche a New York.

Prosecco Cycling a New York_b_da destra, Fregonese, Podziba, Stefani, Corazzari, Geronazzo
Foto 1 di 7
Prosecco Cycling a New York_b_Massimo Stefani 2
Foto 2 di 7
Prosecco Cycling a New York_b_da destra, Fregonese, Podziba, Corazzari, Stefani, Geronazzo
Foto 3 di 7
Prosecco Cycling a New York_b_da destra, il sindaco Fregonese, l'assessore Corazzari il vicesindaco Geronazzo
Foto 4 di 7
Prosecco Cycling a New York_b_Massimo Stefani
Foto 5 di 7
Prosecco Cycling a New York_b_Massimo Stefani con Ken Podziba
Foto 6 di 7
Prosecco Cycling a New York_b_da destra Geronazzo, Corazzari, Ralph Bumbaca (Regional Vice President of TD Bank), Fregonese, Rodriguez, Podziba, Stefani
Foto 7 di 7
Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter