Da Treviso

Gli studenti trevigiani premiati al Quirinale per il Giorno del Ricordo

Gli alunni della 5^A domani saranno ricevuti a Montecitorio e venerdì riceveranno dal Capo dello Stato il secondo premio per il concorso nazionale

Gli studenti trevigiani premiati al Quirinale per il Giorno del Ricordo
Pubblicato:

Gli alunni della 5^A delle Primarie Collodi di Treviso hanno vinto il secondo premio nazionale, che riceveranno venerdì 9 febbraio 2024 al Quirinale, per il concorso legato al Giorno del Ricordo grazie alla testimonianza di Giuseppina Mirabile.

Gli studenti trevigiani premiati al Quirinale per il Giorno del Ricordo

Giuseppina Mirabile, oggi novantenne, ha vissuto in prima persona l'esperienza da esule. Nel 1947, appena dopo aver terminato la quarta elementare, fu costretta a lasciare la sua Fiume e cercare rifugio a Treviso, dove risiede ancora oggi. È stata proprio la sua testimonianza a portare alla classe 5^A delle Primarie Collodi il secondo premio nazionale per il concorso legato al Giorno del Ricordo, che ogni 10 febbraio commemora gli eventi tragici avvenuti lungo il confine orientale dell'Italia.

Le storie degli esuli fiumano-dalmati restano spesso fuori dagli schemi dei libri scolastici, e proprio per questo è così encomiabile l'impegno degli insegnanti nel far comprendere ai ragazzi le drammatiche vicende che hanno coinvolto le nostre terre di confine dopo il 1943 e nel periodo successivo alla guerra.

Il plauso di Zaia: "Un vero contributo alla conoscenza della verità storica"

“Il dramma delle Foibe e dell’Esodo Giuliano Dalmata è rimasto dimenticato, e quindi sconosciuto, per decenni. Per questo motivo, il lavoro portato a termine dagli allievi della 5. A delle scuole primarie Collodi di Treviso va oltre l’elaborato scolastico e può considerarsi un vero contributo alla conoscenza della verità storica. Dalla voce della signora Mirabile, esule fiumana allora bambina, questi giovani hanno dimostrato di saper ricostruire quelle vicende avendo come fonte direttamente i protagonisti. Il riconoscimento che verrà consegnato dal Presidente Mattarella è meritatissimo”.

Con queste parole, il Presidente della Regione del Veneto, Luca Zaia, esprime il suo plauso alla classe dell’ultimo anno della scuola elementare trevigiana che domani saranno ricevuti a Montecitorio e, venerdì al Quirinale, riceveranno dal Capo dello Stato il secondo premio nazionale per il concorso legato al Giorno del Ricordo.

“Mi congratulo con tutti i ragazzi che hanno contribuito a raggiungere quest’attestazione e con i loro insegnanti – aggiunge il Presidente -. Conoscere la storia e comprendere le motivazioni all’origine delle sue pagine più buie è il primo passo indispensabile per impegnarsi affinché non si ripropongano”.

Commenti
Lascia il tuo pensiero

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui nostri canali