#IONONCISTO

Green Pass obbligatorio per ristoranti e bar, la protesta: "Non siamo controllori!"

L'associazione Ristoratori Veneti e Ho.re.ca lancia l'hashtag #IONONCISTO: "Perché deve essere sempre sacrificata la nostra categoria?".

Green Pass obbligatorio per ristoranti e bar, la protesta: "Non siamo controllori!"
Attualità Treviso, 16 Luglio 2021 ore 09:20

L' associazione ristoratori Veneto & Ho.re.ca contro l'uso del Green pass per recarsi nei ristoranti/bar e altri locali. Perché, spiegano, "ad oggi come sempre l' onere del controllo ricade su di noi".

Green Pass obbligatorio per ristoranti e bar, la protesta

"Siamo ristoratori, non controllori!". L' associazione ristoratori Veneto & Ho.re.ca è contro l'uso del Green pass per recarsi nei ristoranti/bar e altri locali. Perché, spiegano, "ad oggi come sempre l' onere del controllo ricade su di noi".

"Inoltre bisogna tener conto che dove è stato introdotto il green pass, come in Russia, i ristoranti sono vuoti!!! In Francia si preparano a manifestare, in Germania la regola nn è passata. Aperti con il green pass significa chiudere!!".

E ancora:

"Stiamo abituando sempre di più, dopo l'esplosione del Delivery e del take away le persone a chiudersi in casa in casa. Oppure i non vaccinati continueranno a fare feste e cene in casa e i ristoranti, oltre a far fatica a trovare personale, faremo anche fatica anche a trovare i clienti. Probabilmente , ci sarebbero più vaccinati, ma resterebbe comunque un 30-40% di popolazione che non si vaccina. Quindi, un 30-40% di clienti in meno per i ristoranti.

"Aggiungete che la fascia d'età più restia alla vaccinazione è quella dai 35 ai 55, ovvero quella che statisticamente spende di più al ristorante. Capiamo che il Diritto alla salute è sacrosanto però esiste anche il sacrosanto diritto di lavorare.

Di qui la domanda:

"Perché deve esser sempre sacrificata sull'altare la nostra categoria? Il lavoro è un diritto, non una concessione!"

#IONONCISTO è l'hashtag lanciato dall'associazione: "

"Se vuoi partecipare alla protesta, esponi la locandina sulla porta porta del tuo locale ed inviaci la foto con il nome e luogo della tua attività, in questo modo aiuterai la protesta. Poi invia la foto a : Ristoratoriveneto@gmail.com. Dobbiamo UNIRCI, noi, non abbiamo paura".