Attualità
Palla tamburello

Il Fontigo torna in serie A dopo 24 anni

Partiti con l’obiettivo salvezza, i ragazzi del coach Mirko Piazza chiudono al primo posto il campionato cadetto di palla tamburello.

Il Fontigo torna in serie A dopo 24 anni
Attualità Conegliano e Valdobbiadene, 27 Settembre 2021 ore 18:40

Giornata storica in via Chiesa, ieri, davanti ad uno sferisterio tutto esaurito. Con un 6-1, 6-2 ai danni di Valle San Felice (TN), i Neroverdi mettono la firma su un campionato a dir poco clamoroso.

Una stagione clamorosa

Partiti con l’obiettivo salvezza, i ragazzi del coach Mirko Piazza chiudono al primo posto il campionato cadetto di palla tamburello, in attesa di Bardolino- Cavrianese sospesa per maltempo con i veronesi avanti 6-3 al primo set e 4-2 al secondo, e possono festeggiare così la tanto attesa promozione in serie A, bissando il successo di agosto in Coppa Italia. Un 2021 strepitoso che si conferma tale considerando il fatto che Fontigo è l'unica realtà della provincia di Treviso che prende parte a questo gioco e premia il duro lavoro della società guidata dal presidente Carlo Borsoi soddisfatto e commosso al termine del match. La stagione deve ancora ufficialmente concludersi proprio perché i mantovani devono ancora portare a termine il match contro il Bardolino, ma comunque finirà, Fontigo è in serie A. Da quel match dipende soltanto la posizione in classifica: Fontigo potrà essere prima oppure seconda dietro la Cavrianese. Le sfide, però, non sono finite. Infatti la prossima settimana, sul campo di Valle San Felice, si disputerà la partita di Super Coppa italiana che vede opporsi, nuovamente, Fontigo e Cavrianese.

"Passione e entusiasmo portano a traguardi importanti"

«Esprimo la mia soddisfazione per l’importante risultato ottenuto dai ragazzi dell’ASD Fontigo, che corona una stagione fantastica, che li ha già visti trionfare in Coppa Italia – afferma il sindaco Mirco Villanova - . Una dimostrazione di come passione, entusiasmo, talento e sacrificio, uniti al costante lavoro di squadra, possano portare a traguardi importanti. Siamo orgogliosi di questi giovani, che attraverso la disciplina sportiva del tamburello, fanno pulsare il cuore delle nostre comunità. Un doveroso ringraziamento a Carlo Borsoi, che assieme a collaboratori e volontari, con impegno e dedizione, tengono viva questa preziosa realtà, anche attraverso l’organizzazione di iniziative volte a sensibilizzare e avvicinare giovani e bambini a questo sport. L’Amministrazione Comunale continuerà a garantire il proprio supporto». Altra nota positiva, nella giornata di sabato si è svolto l’Open Day che ha coinvolto I ragazzi degli istituti scolastici del Comune, invitati a provare questo divertente sport. L’iniziativa ha riscosso un grande successo e fa ben sperare che altri giovani si avvicinino alla palla tamburello.