Menu
Cerca
AUGURI "SECOLARI"

Maria e la sua carica dei 101 (anni): «Spero di leggere sul giornale che il virus non c’è più»

Maria Perinotto ha festeggiato il suo secondo compleanno da centenaria al Centro Servizi "Villa delle Magnolie" di Monastier

Maria e la sua carica dei 101 (anni): «Spero di leggere sul giornale che il virus non c’è più»
Attualità Treviso, 28 Aprile 2021 ore 16:32

Un abbraccio diviso dal plexiglass quello tra Maria e la nipote Biancarosa, che si carica di tutta la commozione del momento. Gli occhi sorridono e si illuminano di un’emozione tanto attesa. Perché, in fondo, che cos’è la lontananza quando due cuori si ritrovano?

Festa in piena regola

3 foto Sfoglia la gallery

Alla veneranda età di 101 anni, la signora Maria Perinotto, classe 1920, non si lascia sfuggire i grandi festeggiamenti. Torta, candeline, fiori e molti regali per il secondo compleanno centenario ai tempi della pandemia: dalla nipote tanto amata ma anche dagli operatori e dagli amici del Centro Servizi “Villa delle Magnolie di Monastier dove risiede dal 2008.

Benché le educatrici la tengano impegnata con varie attività, la sua passione resta la lettura dei quotidiani. Le buone notizie sono il suo genere preferito e, davanti al timore del Covid, “nonna” Maria non si arrende. “Quando apro il giornale al mattino spero sempre di leggere che il virus se n’è andato. Arriverà presto quel momento! – si augura la centenaria.

Nel frattempo il suo sguardo è già oltre, a quando tutto tornerà alla normalità, lieta del fatto che a “Villa delle Magnolie”, struttura Covid-free, tutti gli ospiti, alcuni dei quali centenari come lei, sono già stati vaccinati.

Un amore adulto

Nata il 24 aprile del 1920 a Breda di Piave, Maria ha lavorato come operaia alla Cartiera Burgo di Mignagola. All’età di 65 anni l’incontro con Mario Moretto, con il quale si è sposata e ha condiviso 28 anni di matrimonio, 5 dei quali a “Villa delle Magnolie”. Infatti, nel 2004 il marito era entrato presso la struttura di Monastier a seguito di un peggioramento della situazione sanitaria. Tuttavia, il distacco non ha impedito ai due di restare uniti, dal momento che Maria andava a fargli visita settimanalmente, passando con lui tutta la giornata.

Quattro anni più tardi, però, una brutta caduta ha limitato anche la capacità motoria di lei, che ha scelto “Villa delle Magnolie” come la sua nuova casa.