Attualità
Taglio del nastro

Nervesa, le foto dell'inaugurazione della nuova scuola di Bavaria

Il sindaco Vettori: “Nella scuola abbiamo investito 6 milioni in sei anni”.

Nervesa, le foto dell'inaugurazione della nuova scuola di Bavaria
Attualità Montebelluna, 08 Novembre 2021 ore 17:39

Inaugurata la nuova scuola elementare di Bavaria. Il sindaco Vettori: “Nella scuola abbiamo investito 6 milioni in sei anni”.

Nervesa, le foto dell'inaugurazione della nuova scuola di Bavaria

“Sei milioni in sei anni investiti nella scuola, un progetto che ha restituito alla comunità di Nervesa tre nuove scuole”.

Così ha detto il sindaco Fabio Vettori questa mattina, lunedì 8 novembre 2021, poco prima del taglio del nastro della rinnovatissima scuola elementare “Mario Fiore” di località Bavaria, a Nervesa della Battaglia. Poco meno di due mesi fa veniva inaugurata la scuola media “Battistella”, oggetto di adeguamento sismico ed energetico.

Questa mattina, all’inaugurazione erano presenti anche il sindaco di Giavera del Montello Maurizio Cavallin e, in rappresentanza del Comune di Spresiano, l’assessore alla Scuola Paolo Tagliapietra. Per la Regione Veneto, a portare i saluti del governatore Luca Zaia, c’era il consigliere regionale Tommaso Razzolini.

“Cari bambini, docenti e dirigente scolastica, oggi è una bella giornata per voi e per l’intera comunità – ha esordito il sindaco Fabio Vettori -. Questa nuova scuola rappresenta il futuro dei nostri ragazzi e del nostro stesso futuro. Ancora una volta questo risultato sottolinea la concretizzazione di uno dei principali obiettivi dell’Amministrazione, ovvero la messa in sicurezza e la costante cura degli edifici che quotidianamente vengono abitati e frequentati dai nostri bambini e ragazzi. Questo obiettivo si aggiunge alla costruzione della nuova scuola secondaria di primo grado “Don Gnocchi” e alle opere di adeguamento sismico ed efficientamento energetico della Scuola Primaria “Oreste Battistella” di Nervesa capoluogo.

Considerato anche l’elevato rischio sismico che coinvolge il nostro territorio – ha aggiunto Vettori -, siamo soddisfatti di questi traguardi, che sono ora a completo servizio della cittadinanza e delle generazioni future. Le verifiche di vulnerabilità sismica effettuate sull’edificio del plesso scolastico di Bavaria avevano evidenziato delle carenze strutturali importanti. Tutto ciò ha implicato la necessità di intervenire in maniera diffusa sull’edificio al fine di addivenire ad un adeguamento sismico attraverso un’opera di demolizione e ricostruzione con caratteristiche strutturali più performanti, soprattutto nella porzione edificata negli anni Sessanta. Oltre alle esigenze di intervento relative alla sicurezza antisismica, l’Amministrazione comunale ha inteso operare anche una valutazione di carattere energetico dell’intera struttura, da cui è emersa l’esigenza di riqualificare il plesso scolastico al fine di raggiungere l’efficientamento energetico previsto dalla normativa vigente”.

Un intervento radicale

E’ stato un intervento radicale quello compiuto alla “Mario Fiore” di Bavaria, costato complessivamente un milione e 150mila euro (300mila euro arrivati dal Gse, Gestore Servizi Energetici per conto del Ministero dell’Economia e delle Finanze) e che ha consentito di portare la struttura da una classe energetica “G” a una “classe A4”. La scuola è dotata di cinque aule didattiche, su una superficie complessiva di 700 mq, un’area polivalente di 90 mq e un ampio atrio d’ingresso con anche funzione ricreativa e di socializzazione, di circa 200 mq, oltre ai locali accessori e ai servizi.

“Una parte è completamente nuova e sono state utilizzate le più avanzate tecnologie costruttive” ha sottolineato il primo cittadino di Nervesa, ringraziando poi coloro che hanno contribuito alla realizzazione dell’opera, dall’intera giunta comunale, al responsabile dell’Ufficio Tecnico Ballarin, a quello della ragioneria Girotto, alla segretaria comunale De Valerio.

La controversia legale

Un’opera che aveva subito una battuta d’arresto a causa della prima ditta che si era aggiudicata l’appalto dei lavori: “Poteva essere inaugurata più di un anno fa – ha ricordato Vettori -, ma oggi godiamoci comunque la festa per questa inaugurazione”.

La controversia legale che ne era conseguita era poi stata risolta attraverso l’intervento dell’avvocato Diego Signor e della sua assistente Alessia Campagnaro.

Il primo cittadino ha voluto ringraziare pubblicamente tutti i professionisti che hanno lavorato alla progettazione e alla direzione lavori dell’opera e all’Impresa Ruffato Mario srl per la realizzazione oltreché il dirigente scolastico Tiziana Mussato e il personale scolastico “per la disponibilità e la fattiva collaborazione sempre dimostrata”.

Prima dell’inaugurazione con il tradizionale taglio del nastro, nel cortile della scuola si è tenuto l’alzabandiera, al suono dell’Inno di Mameli, grazie agli Alpini di Bavaria. Ne è seguita la benedizione da parte del parroco don Flavio Gallina. Tante le associazioni nervesane che non hanno voluto mancare allo straordinario evento, tra cui la Pro Loco, la Protezione civile e la Croce Rossa Italiana.

“L’Amministrazione auspica vivamente che questo plesso scolastico possa crescere e diventare un polo di riferimento per le famiglie di Bavaria”, ha concluso il sindaco Fabio Vettori chiamando al microfono Mirella Furlan, la cui famiglia ha donato alcuni tablet alla scuola che diventeranno molto utili per portare avanti i progetti didattici della scuola Mario Fiore.

4 foto Sfoglia la gallery