L'amministrazione comunale

Progetto sicurezza, in arrivo 60 nuove telecamere di videosorveglianza a Spresiano

Contemporaneamente inizieranno una serie di lavori che comprendono la sostituzione dei pali dell'illuminazione

Progetto sicurezza, in arrivo 60 nuove telecamere di videosorveglianza a Spresiano
Pubblicato:

A breve, il progetto di riqualificazione dell'illuminazione pubblica sarà portato in consiglio comunale di Spresiano, con l'intento di rinnovare 2600 punti luce, un intervento tanto atteso dalla comunità che ha subito ritardi a causa della pandemia.

Spresiano, in arrivo nuovi sistemi di illuminazione e di videosorveglianza

Il progetto definitivo sarà presentato nell'assemblea cittadina del prossimo mese, aprile 2024, e contemporaneamente inizieranno una serie di lavori che comprendono la sostituzione dei pali dell'illuminazione, con un costo approssimativo di 3 milioni di euro.

Ma non è tutto: l'amministrazione comunale ha anche deciso di potenziare il sistema di videosorveglianza, aggiungendo ulteriori 60 videocamere ai siti già sensibili, come scuole, fermate degli autobus, stazione ferroviaria e piazze. Le nuove telecamere verranno installate anche nei parchi, nelle nuove strade di accesso e uscita del comune, e lungo le strade, specialmente nell'area in cui è stato aperto il casello della pedemontana Veneta. Questo progetto, parallelo a quello dell'illuminazione, sarà completato in contemporanea.

“La sicurezza del paese è sempre stata importante per la nostra amministrazione e gli investimenti fatti e quelli in programma ne sono la prova tangibile. A fianco a questi saranno potenziati ulteriormente i controlli del territorio con la nostra Polizia Locale e con le Forze dell’ordine", ha dichiarato l'assessore alla sicurezza Giuseppe Mestriner.

Il sindaco Marco Della Pietra ha aggiunto: “La sicurezza del cittadino è fondamentale e un’amministrazione deve sempre agire per assicurarla. Ancora una volta dimostriamo con i fatti l’amore e l’interesse per il nostro paese e chi lo abita. Le chiacchiere le lasciamo ai soliti noti.”

Commenti
Lascia il tuo pensiero

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui nostri canali