La cerimonia tra medici e infermieri

Si risveglia dal coma dopo un ictus, avvocato di Treviso si sposa in ospedale: "E' stata un'emozione unica"

Dopo la paura più grande, Enrico Gentili ha sposato la sua compagna Sabrina all'ospedale Cona a Ferrara, dove sta attualmente affrontando la riabilitazione

Si risveglia dal coma dopo un ictus, avvocato di Treviso si sposa in ospedale: "E' stata un'emozione unica"
Pubblicato:

Sabrina ed Enrico hanno detto il loro "sì" martedì 26 marzo 2024 nelle stanze dell'Unità Gravi Cerebrolesioni dell'ospedale di Cona, a Ferrara. Qui da diversi mesi Enrico, avvocato civilista di Treviso, sta svolgendo il suo percorso di riabilitazione dopo essere stato colpito da un grave ictus che gli ha fatto trascorrere un lungo periodo in coma.

Colpito da un ictus dopo una vacanza

Enrico Gentili, avvocato civilista di Treviso, e Sabrina Biscaro si sono conosciuti nel 2008. Sabrina ha raccontato che il loro amore per i viaggi li ha uniti fin dal loro primo incontro.

“Il nostro primo incontro – ha raccontato Sabrina – è stato nel 2008. Lui aveva 38 anni e io 37. Entrambi avevamo sempre la valigia pronta: la grande passione che ci accumunava erano i viaggi. E poi, quando abbiamo deciso di passare la vita assieme, anche il camper. Fin quando sono nate le nostre bambine, che ci hanno trasformato la vita. Enrico, oltre al lavoro, ama la scrittura e dopo aver realizzato il primo libro era già pronto per la stesura del secondo”.

Tuttavia, la loro vita ha subito un drastico cambiamento quando Enrico è stato colpito da un ictus dopo un viaggio in camper. Dopo un periodo di coma e interventi chirurgici rischiosi, Enrico ha iniziato il suo percorso di riabilitazione, e da Treviso si è trasferito al Centro San Giorgio di Ferrara.

“Eravamo da poco tornati da un viaggio in camper in Romania e Bulgaria quando Enrico è stato colpito da un ictus causato da una malformazione congenita. Il primo episodio lo ha avuto il 30 agosto 2023, poi un secondo, il più importante, l’1 settembre. Nei giorni successivi mio marito è stato sopposto a due interventi chirurgici nel corso dei quali, a causa di una complicanza, ha seriamente rischiato di perdere la vita.

Dopo un mese di coma Enrico ha prima aperto gli occhi, per poi riprendere piano piano coscienza. Ha iniziato a muovere un dito, poi un altro, poi la mano e un piede. E’ iniziata così la sua riabilitazione. Fin quando ci hanno consigliato il San Giorgio di Ferrara. Il responsabile della Terapia Intensiva di Treviso ha parlato con la dott.ssa Susanna Lavezzi (Direttrice dell’Unità Operativa Gravi Gerebrolesioni dell’Azienda Ospedaliero Universitaria di Ferrara) e dopo una valutazione accurata è stato approvato il suo trasferimento. Era il ​​6 dicembre 2023”.

Il matrimonio in ospedale

Dopo mesi di riabilitazione e di progressi sorprendenti, Enrico ha chiesto a Sabrina di sposarlo.

“Noi non abbiamo mai perso la speranza”, dice Sabrina “Enrico si sta riprendendo, anche in maniera sorprendente. I primi mesi sono stati durissimi, ma ultimamente c'è stato un passo importante. Ed è stato a questo punto che lui mi ha chiesto di sposarci. Da poco abbiamo deciso anche di far venire a Ferrara le due bimbe: il giorno del matrimonio è stato commovente, emozionante. Una festa bellissima”.

La cerimonia

La cerimonia si è svolta nelle stanze dell'Unità Gravi Cerebrolesioni dell'ospedale di Cona, dove Enrico stava ricevendo le cure. Davanti ai familiari e al personale medico, Sabrina Biscaro ed Enrico Gentili hanno scambiato i voti davanti all'ufficiale dello stato civile del Comune di Ferrara, la dott.ssa Laura Tonioli.

“La Riabilitazione di Cona – conclude Sabrina - ha avuto un ruolo fondamentale. L'umanità e la grande professionalità e gentilezza di tutti sono stati determinanti nella buona riuscita di questo percorso”.

La festa in ospedale
Commenti
Lascia il tuo pensiero

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui nostri canali