Attualità
Il personaggio

Vedelago ha un nuovo Cavaliere: è "mister volontariato" Anacleto Tommasini

La candidatura è stata presentata al Prefetto di Treviso dal sindaco Andretta nel febbraio 2020.

Vedelago ha un nuovo Cavaliere: è "mister volontariato" Anacleto Tommasini
Attualità Castelfranco, 14 Dicembre 2021 ore 17:11

Il grande giorno è arrivato: oggi in Prefettura è stata consegnata ufficialmente l’onorificenza dell’Ordine “Al Merito della Repubblica Italiana” al vedelaghese Anacleto Tommassini che da, oggi, potrà fregiarsi dell’appellativo di Cavaliere.

Vedelago ha un nuovo Cavaliere

Una cerimonia che conclude un percorso che parte da lontano, nel febbraio 2020 quando il Sindaco Cristina Andretta segnala con una missiva formale diretta al Prefetto di Treviso, Dott.ssa Maria Rosaria Laganà, la candidatura del concittadino Tommassini definita come “persona davvero importante per la comunità di Vedelago che si è distinta molto nel corso della sua vita in modo particolare per l’impegno nel volontariato a livello sociale e culturale. Persona stimata da tutta l’Amministrazione, tra le altre attività, Tommassini si occupa, sempre a titolo gratuito e come attività di volontario, anche del cerimoniale di molti dei nostri eventi, da quelli istituzionali, alle ricorrenze”.

Alla cerimonia di oggi, martedì 14 dicembre 2021, erano presenti i figli Davide e Diego e il sindaco ed il vicesindaco di Vedelago, Cristina Andretta e Marco Perin. A testimonianza del valore e del merito di Tommassini, un curriculum ricco il cui filo conduttore è il volontariato.

La sua biografia

Nato il 5 luglio 1950 a Vedelago, Tommasini è spostato con laura da 47 anni e ha due figli, Davide e Diego. Si è sempre occupato di falegnameria, fin dal 1966: nel 1976 ha avviato la sua azienda specializzata nella realizzazione di serramenti in alluminio e carpenteria e nel 1994 ha rilevato un negozio di ferramenta a Fossalunga, continuando comunque a realizzare serramenti. Nel 2008 ha raggiunto la pensione. Oltre alla famiglia e al lavoro, Tomassini si è dedicato moltissimo al Volontariato e al sociale, all’aggregazione, alla cultura e alla solidarietà.

Volontariato

  • E’ stato tra i fondatori del Gruppo Alpini di Vedelago, costituito il 16/10/1977, ancora vivo e presente nel territorio, (è stato Capogruppo per più 20 anni)
  • Nel gennaio del 1999 è stato nominato consigliere sezionale e vicepresidente vicario della sezione provinciale Alpini di Treviso, per sei anni
  • Avisino da sempre, ha cominciato a far parte dell’associazione AVIS di Vedelago come consigliere dal 2005 e dal 2012 al 2021 è stato Presidente.
  • Prima con gli Alpini poi con l’AVIS ha ideato e partecipato attivamente a moltissime iniziative in occasione anche di gravi calamità naturali, come ad esempio l’alluvione del Piemonte nel novembre 1994, nell’Umbria colpita dal terremoto nel 1996
  • E’ stato promotore dell’iniziativa volta a recuperare e restaurare i monumenti ai caduti delle guerre nel territorio comunale
  • Per molti anni ha fatto parte del Consiglio pastorale per gli affari economici della Parrocchia di San Marino, nel periodo in cui la parrocchia ha acquistato e rimesso a nuovo la casa di montagna di Gosaldo, con il prezioso aiuto di Anacleto.

Cultura

  • La sua passione per le cerimonie commemorative lo vede spesso partecipe attivo nella veste di cerimoniere (il 10 febbraio “Giorno del ricordo delle vittime delle foibe e dell’esodo giuliano dalmata”, il 25 aprile “Anniversario della liberazione”, il 2 giugno “Festa della Repubblica Italiana” il 04 novembre “Giornata delle Forze Armate”)
  • Da qualche anno, in collaborazione con l’istituto comprensivo di Vedelago e il consiglio direttivo dell’AVIS da lui presieduto, ha ideato il concorso grafico pittorico rivolto ai ragazzi che frequentano la seconda media, chiamati a realizzare disegni sul tema del Dono del sangue, questa iniziativa ha l’obiettivo di sensibilizzare e divulgare tra i giovanissimi lo scopo dell’AVIS.

Aggregazione sociale

  • Immancabile l’annuale biciclettata del 1° maggio lungo le strade del Comune, arrivata ormai alla sua 43° edizione che vede la partecipazione di centinaia di persone, famiglie, nonni, genitori bambini e ragazzi, una bellissima occasione di aggregazione della nostra comunità.
  • Attiva collaborazione in occasione dei mercatini di Natale in piazza a Vedelago, ormai da qualche anno veste i panni di Babbo Natale.

Solidarietà

  • Per diversi anni è stato “barelliere” per l’Unitalsi, e per una settimana l’anno si recava a Lourdes in treno per accompagnare i malati.
  • Collabora con l’Opera Immacolata Concezione e organizza, per gli anziani ospiti della Casa di Riposo di Vedelago, feste e occasioni per rallegrare la loro vita.
  • Per anni è stato promotore delle Lucciolata “Via di Natale” a scopo benefico per raccogliere i fondi necessari al mantenimento di una struttura per accoglienza dei malati oncologici e dei loro famigliari ad Aviano.