Attualità
Lavori pubblici

Viabilità, finalmente inaugurata la variante alla SP19 a Resana

L'opera da 11.303.084 euro attesa da tempo, è stata conclusa grazie ai contributi di Regione, Provincia e Comune.

Viabilità, finalmente inaugurata la variante alla SP19 a Resana
Attualità Castelfranco, 18 Novembre 2022 ore 15:01

Oggi, venerdì 18 novembre 2022, la cerimonia di inaugurazione per aprire ufficialmente il nuovo tratto stradale.

Viabilità, finalmente inaugurata la variante alla SP19 a Resana

Conclusa la variante alla S.P. 19 a Resana: oggi, venerdì 18 novembre 2022, la cerimonia di inaugurazione per aprire ufficialmente il nuovo tratto stradale e presentare alla cittadinanza i lavori svolti e completati grazie ai finanziamento di Regione Veneto, Provincia di Treviso e Comune di Resana.

Nel dettaglio, il valore complessivo dell'opera è di 11.303.084,27 euro, finanziati dalla Regione per 1.101.500,49 euro nell'ambito della legge regionale n. 8 /1982 art.4 e altri  4.179.456,41 euro della legge 208/1998 PAR FSC Veneto 2007-2013;  5.395.027,36 euro da contributo della Provincia di Treviso e 627.100 euro dal Comune di Resana.

Hanno preso parte alla cerimonia Stefano Bosa, sindaco del Comune di Resana, Marina Marchetto Aliprandi, deputata della Repubblica, Nazzareno Gerolimetto, consigliere della Regione Veneto, e Stefano Marcon, presidente della Provincia di Treviso, insieme alla squadra di ingegneri, tecnici e rappresentanti delle ditte che hanno svolto i lavori.

L'intervento

Il maxi intervento, completato dalle imprese Padova Asfalti srl, che ha seguito i lavori in qualità di capogruppo, Subsidia Srl e Segnalstrade Veneta Scrl, si era reso necessario per migliorare la viabilità locale e incrementare la sicurezza in un tratto particolarmente trafficato, soprattutto da mezzi pesanti, costretti a transitare per il centro urbano di Resana.

L'opera si è articolata in più fasi e ha riguardato, nel dettaglio, la realizzazione di una rotatoria a 4 braccia sulla SP 19 e del tratto di variante alla provinciale 19 su nuova sede, con delivellamento in corrispondenza della linea ferroviaria Mestre Trento, quale via di collegamento tra la SP n. 19 e la SR n. 245 “Castellana”; la costruzione del ponte sul fiume Dese e del sottopasso ferroviario in cemento armato situato sotto la sede ferroviaria della linea Mestre – Trento, oltre alla realizzazione del sottopasso di via Perarolo, a salvaguardia della viabilità locale interferente con la nuova variante alla SP 19; infine, la costruzione della bretella stradale di collegamento tra le SSRR n. 245 e n. 307.

I commenti

“La realizzazione della variante alla SP 19 dimostra come la sinergia tra Amminstrazioni sia vincente: quest'opera è un esempio di vero e proprio gioco di squadra, come ha evidenziato il Governatore Luca Zaia – sottolinea Stefano Marcon, presidente della Provincia di Treviso  - un'opera attesa da tempo, importante per mettere in sicurezza una strada molto trafficata, in cui circolano numerosi camion e mezzi pesanti che prima dovevano transitare per il centro di Resana. Voglio ringraziare, pertanto, la Regione Veneto che ha riservato importanti finanziamenti, coprendo il 50% del valore totale dell'opera per 5 milioni di euro, il Comune di Resana, che ha contribuito con 627.100 euro, e naturalmente le ditte che hanno realizzato i lavori. Anche questo intervento rientra nell'ampio programma di interventi della Provincia, oltre 130 in tutto il territorio per oltre 63 milioni di euro, che siamo riusciti a portare avanti nonostante tutte le difficoltà conseguenti alla pandemia e ai rincari negli ultimi anni. Come sempre, il trait d'union è garantire a tutta la cittadinanza maggiore tutela alla guida: per farlo è necessario unire ai lavori di miglioramento della viabilità un'attività di informazione e formazione sul tema della sicurezza stradale. Sono certo che, facendo squadra, riusciremo a dare una risposta concreta e a invertire il drammatico trend di incidentalità a cui stiamo assistendo”.

“Grazie a questa nuova variante riusciremo finalmente a ottimizzare al meglio la viabilità di Resana, garantendo a tutta la comunità maggiore sicurezza negli spostamenti e anche maggiore vivibilità del centro cittadino – spiega Stefano Bosa, sindaco del Comune di Resana – vedere una così grande partecipazione da parte delle nostre cittadine e dei nostri cittadini, e in particolar modo delle alunne e degli alunni delle scuole medie, che ci hanno allietato con un'esibizione musicale straordinaria, aggiunge valore ai lavori eseguiti. Ringrazio la Regione del Veneto, la Provincia di Treviso e le ditte per la preziosa sinergia nel completare questa importante opera”.

“Porto i saluti del Governatore della Regione Veneto Luca Zaia – continua Nazzereno Gerolimetto, consigliere regionale – un'opera frutto di un grande lavoro di squadra tra Amministrazioni e che dimostra quanto la collaborazione sia sempre una strategia vincente”.

“Mi riempie il cuore vedere come quest'opera abbia riunito qui oggi una comunità così affiatata – sottolinea Marina Marchetto Aliprandi, deputata della Repubblica – voglio ringraziare davvero la Regione, la Provincia e il Comune per lo straordinario lavoro svolto a vantaggio della cittadinanza e di tutto il territorio”.

La giornata si è conclusa con la benedizione dei parroci don Denis Venturato e di don Enrico Cavallin, che hanno benedetto rispettivamente i tratti di Resana, e di Castelminio-San Marco. A chiudere la cerimonia, l'esibizione musicale delle bambine e dei bambini delle Scuole Medie di Resana.

Seguici sui nostri canali