Menu
Cerca
L'operazione lampo dei Carabinieri

18enne aggredito in pieno centro, presi i due responsabili

Il ragazzo era stato preso a calci e pugni che gli avevano provocato la frattura del naso e dei denti.

18enne aggredito in pieno centro, presi i due responsabili
Cronaca Castelfranco, 16 Gennaio 2021 ore 12:32

Era stato avvicinato con una banale scusa, poi era stato aggredito con calci e pugni. Tanto che aveva riportato la frattura delle ossa nasali e dei denti incisivi superiori.

18enne aggredito in pieno centro

I Carabinieri della Stazione di Castelfranco Veneto (TV), al termine di serrate indagini, hanno individuato i due presunti autori dell’aggressione avvenuta nel tardo pomeriggio di venerdì 8 gennaio 2021, nella centralissima piazza Giorgione, ai danni di uno studente 18enne di Galliera Veneta (PD).

Si tratta di due cittadini rumeni, M.G., 22enne e B.C., 20enne, entrambi operai dimoranti a Castelfranco Veneto (TV) e conosciuti alla giustizia.

Erano le 18.30 di venerdì 8 gennaio u.s., quando attorno alle ore 18.30 il giovane stava raggiungendo la sua auto nel parcheggio di piazza Giorgione, insieme a tre amici e veniva avvicinato dai due sconosciuti, i quali, con la banale scusa di chiedergli dove stava andando, lo avevano aggredito con calci e pugni, provocandogli lesioni personali per “frattura alle ossa nasali e dei denti incisivi superiori”, con prognosi di 20 giorni s.c. stilata dai sanitari del locale ospedale.

Immediatamente, i Carabinieri della Stazione di Castelfranco Veneto (TV), intervenuti sul posto, avviavano un’articolata attività d’indagine, attraverso l’acquisizione delle immagini della videosorveglianza comunale e l’escussione delle persone che, transitando all’ora dell’aggressione, avevano in qualche modo potuto assistere ai fatti.

Il proficui epilogo delle indagini permetteva di identificare i due autori del ferimento ai danni del 18enne, che venivano rintracciati in un appartamento di Castelfranco Veneto (TV), non lontano dal centro e che venivano successivamente riconosciuti dalla vittima.
Condotti presso gli uffici della locale Stazione Carabinieri, i due giovani venivano deferiti in stato di libertà per il reato di lesioni personali aggravate, in concorso.