Omaggio

Asolo ricorda il maestro Daniele Berdusco: “Grande sarto ma soprattutto uomo di spessore”

Ad un anno dalla sua scomparsa un momento che rinnova l’arte sartoriale della Forbice d’oro Asolana. Era nato ad Altivole.

Asolo ricorda il maestro Daniele Berdusco: “Grande sarto ma soprattutto uomo di spessore”
Castelfranco, 23 Luglio 2020 ore 10:36

L’appuntamento è in programma domani, venerdì 24 luglio dalle ore 19.30, e vedrà la presenza di amici e rappresentanze di alcune delle principali realtà in cui Daniele Berdusco aveva dato il proprio contributo.

Un grande uomo e artigiano

“Un’occasione per ricordare un grande uomo, un grande artigiano ed un vero artista che ha saputo coniugare passione, sacrificio, ricerca continua, ampliando oltre oceano i confini del suo mercato.”

Lo descrive così, il Presidente Fausto Bosa, Daniele Berdusco il noto sarto di Asolo scomparso lo scorso 4 luglio 2019. Nato ad Altivole ma recatosi presto a bottega in una sartoria di Milano, Berdusco aveva poco più di vent’anni quando aprì il suo atelier nel cuore di Asolo, lontano dai grandi centri d’interesse della moda. Consapevole della grande tradizione della sartoria veneta, ha perfezionato un proprio stile che lo ha portato rapidamente ad ottenere lusinghieri riconoscimenti e premi anche internazionali: “la bravura del sarto – affermava Berdusco – è quella di adattare il capo creato ai normali difetti fisici del cliente, cercando di mascherarli”.

Il ricordo della figlia Michela

A ricordarlo come grande professionista ma soprattutto come grande uomo è la figlia:

“Mio padre è stato di certo un sarto eccezionale degno di nota – commenta Michela Berdusco – ma oltre all’aspetto lavorativo ho percepito con piacere dalle persone che lo conoscevano, come emergesse in lui il lato umano e la sua dedizione non solo per la sua professione ma per l’artigianalità in sé. Nostra volontà allora è tenere vivo il suo impegno e il lavoro svolto in questi anni, proseguendo e rinnovando la conduzione del suo atelier. Mio padre avrebbe voluto così.“

Ad un anno dalla sua scomparsa amici e cari hanno deciso di ricordarlo nella sua Asolo, con un momento che porterà una particolare atmosfera in piazza Garibaldi, eccezionalmente rivisitata con giochi di luce e singolari attori dal portamento elegante, audace che sfoggeranno alcuni dei più bei capi creati proprio dal Maestro Berdusco. L’appuntamento è in programma venerdì 24 luglio dalle ore 19.30, e vedrà la presenza di amici e rappresentanze di alcune delle principali realtà in cui Daniele Berdusco aveva dato il proprio contributo. Daniele Berdusco è stato infatti Presidente di Confartigianato Asolo dal 1990 al 2000, vivendo con dedizione e riconoscenza il ruolo dell’Associazione Artigiani; un rapporto vivo fin dagli albori spesso da lui ricordati come “periodi di difficoltà superati con il crescere dell’economia”.

La nomina a Cavaliere della Repubblica

Nominato anche Cavaliere della Repubblica, è stato Presidente a tutti i livelli del sistema associativo (provinciale, regionale, nazionale) delle sartorie su misura di Confartigianato. Fu membro dell’Accademia Nazionale dei Sartori, componente del Consiglio dell’Accademia Nazionale dei Sartori e della Camera Europea dell’Alta Sartoria: è l’unico sarto italiano che ha fatto parte dell’associazione The Customs Tailors and Designers Association of America. Un grande uomo che ha saputo dare tanto a livello umano e professionale con una propensione particolare ad una crescita attenta al bene comune.

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità