Genio

Bitols da Roncade diventa un “juke box umano” per tornare a suonare – VIDEO

L'invenzione del trevigiano Massimiliano Pilotto, che non ne poteva più della mancanza di contatto col pubblico. Ed ecco allora il suo Bitols Box.

Treviso, 25 Maggio 2020 ore 10:55

L’invenzione per tornare a suonare del trevigiano Massimiliano Pilotto, in arte Bitols.

La trovata geniale

“Che cos’è il genio? È fantasia, intuizione, colpo d’occhio e velocità d’esecuzione”. Occorre scomodare la famosa citazione di “Amici Miei” per descrivere cosa sia il “Bitols Box” e chi ne sia, in collaborazione con diversi amici e collaboratori, l’ideatore. Lui è il trevigiano Massimiliano Pilotto, in arte Bitols (soprannome che gli amici gli hanno affibiato per via del suo amore viscerale per i “fab four”), residente a Roncade e da alcuni giorni diventato un “juke box umano“.

Bitols da Roncade diventa un "juke box umano" per tornare a suonare - VIDEO

L’esigenza del contatto col pubblico

Stanco di non poter suonare dal vivo, perché come giustamente ha detto “manca il contatto vitale col pubblico“, appena da lunedì scorso, 18 maggio, è stato possibile, si è inventato il Bitols Box. E’ lui steso in un video a spiegarne la genesi:

“La base – ha raccontato Bitols – è quella di un juke box ma più grande, con un design anni Sessanta, all’interno del quale suono protetto dal plexiglass. Per costruirlo ho preso materiali di recupero come pannelli in legno, il frontale l’ho fatto con le antine e i ripiani in laminato di un vecchio frigorifero, ho aggiunto dei led per dargli luce la sera”.

E la magia della musica live può così tornare.

I primi test

E i primi esperimenti dei giorni scorsi hanno subito dato un buon riscontro:

“Cari Amici , c’è stata la riapertura e stiamo affrontando una fase molto delicata, ho preparato il BBox per proporre la musica protetto e oggi dovrei riuscire ad ottenere le autorizzazioni dal comune e dalla Siae per poterlo utilizzare a Ponte Dante, con questa simpatica trovata ieri sera abbiamo fatto una piccola prova per testare le distanze e non è facile come non lo è ritrovarsi tra amici e star lontani ma se venite a trovarci vi chiedo di impegnarvi ad indossare la mascherina e rispettare le regole, dobbiamo dare il buon esempio ,oggi serve molto farlo e noi ce la faremo vi ringrazio anticipatamente per la collaborazione”, ha scritto Massimiliano.

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Curiosità