Cronaca
Ulss2 Marca Trevigiana

Ca' Foncello, da domani nuovo ambulatorio ostetrico: intanto prosegue la lista del cuore

Si va dal robot per la sanificazione dell’Associazione “Per Mio Figlio” ai Dpi, passando per tablet dolci e creme. Benazzi: “Un grazie di cuore a tutti coloro che ci supportano”.

Ca' Foncello, da domani nuovo ambulatorio ostetrico: intanto prosegue la lista del cuore
Cronaca Treviso, 22 Aprile 2020 ore 09:24

Nuovo ambulatorio ostetrico dedicato alla presa in carico delle utenti in gravidanza. Prosegue la lista del cuore.

Novità da domani al Ca' Foncello

Da giovedì prossimo, 23 aprile 2020, l’Unità Operativa di Ostetricia e Ginecologia del Ca’ Foncello, diretta dal dottor Enrico Busato, aprirà un ambulatorio ostetrico dedicato alla presa in carico delle utenti in gravidanza. All’ambulatorio potranno rivolgersi anche le utenti con problematiche ginecologiche urgenti. L’accesso, su appuntamento, viene concordato telefonicamente con l’ostetrica al n. 0422 328242, nei giorni e negli orari sotto indicati:

- lunedì dalle ore 13.00 alle ore 15.00
- mercoledì dalle ore 13.00 alle ore 15.00
- giovedì dalle ore 8.00 alle ore 13.00

Intanto prosegue la lista del cuore

Nuovi gesti quotidiani di solidarietà, gratitudine e vicinanza del territorio nei confronti degli operatori dell’Ulss 2, impegnati ad affrontare l’emergenza coronavirus a fianco di pazienti e famiglie. La lista del cuore si è allungata, in questi ultimi giorni, con le seguenti donazioni:

Dall’Associazione “Per Mio figlio” è giunto un robot da utilizzare per la sanificazione ambientale, destinato al Ca’ Foncello. Il robot, del valore di 180 mila euro, utilizza una tecnologia avanzata per la disinfezione tramite raggi UV-C pulsati generati da una lampada allo xeno. Il robot garantisce ottime performance sia in termini di velocità che di affidabilità nelle procedure di sanificazione. Si tratta di una delle molte donazioni che stanno giungendo dalla Onlus trevigiana, partner importante dell’Ulss 2 in quest’emergenza.
Da una signora cinese, curata nel novembre 2017 dagli specialisti della Terapia Intensiva di Treviso è giunta, da Hong Kong, in segno di gratitudine e riconoscenza, una preziosa donazione di dispositivi di protezione (mascherine, tute occhiali), destinati agli operatori.
Dalla Onlus “Amiche per la pelle”, partner dell’Ulss 2 nel progetto di cosmesi oncologica “Coccole e bellezza” è giunta una donazione di creme coadiuvanti per il trattamento degli inestetismi dovuti alla fragilità dei vasi sanguigni e alla stanchezza e dolore degli arti inferiori.
Franco Martinello, artigiano di San Zenone degli Ezzelini, ha donato preziosissimi tablet, fondamentali in questo periodo per consentire la comunicazione tra pazienti e familiari.
La Vinicola Botter ha messo a disposizione, nell’ambito dell’iniziativa “vino sospeso”, trenta confezioni da sei bottiglie da destinare al personale dell’Ulss 2.
Dalla Torrefazione Franco di Oderzo sono giunti, per il personale del territorio, numerosi prodotti dolciari.
Dal Gruppo volontari della Sagra di Cendon sono arrivati dolci e biscotti, tutti fatti in casa, distribuiti nei vari reparti del Ca’ Foncello.
Dall’Ufficio dei Consulenti Finanziari di Banca Mediolanum di via Romanina di Castelfranco Veneto due tablet per i reparti Covid del San Giacomo e 1000 mascherine per le forze dell’ordine locali.
Dalla pizzeria da asporto Dea di Treviso sono giunte, per gli operatori, decine di filoni di pane fresco.

Benazzi: "Ancora grazie a tutti"

“Rinnovo il mio più sentito ringraziamento a tutti coloro, e sono davvero tanti, che in questo difficile momento ci stanno facendo sentire la loro vicinanza con gesti concreti di solidarietà rivolti a tutti i nostri operatori che con professionalità e dedizione si stanno impegnando con tutte le forze nel fronteggiare l’emergenza Covid”, sottolinea il direttore generale, Francesco Benazzi.

6 foto Sfoglia la gallery