Menu
Cerca
MALTEMPO

Chicchi grossi come noci, Asolo conta i danni dell'ennesima grandinata

Centro storico e campi imbiancati per un grosso strato di ghiaccio. Le precipitazioni hanno decimato le colture tra Casella e Pagnano

Chicchi grossi come noci, Asolo conta i danni dell'ennesima grandinata
Cronaca Asolo, 20 Maggio 2021 ore 08:58

Dopo i vigneti di Farra e la città di Castelfranco, stavolta è toccato ad Asolo subire i danni dell'intensa grandinata che si è sviluppata nel pomerggiod i mercoledì 19 maggio (foto tratte dai profili Facebook "Mauro Migliorini Sindaco di Asolo", "Meteo Bassano e Pedemontana del Grappa", "Meteo Basso Feltrino e Pedemontana Veneta"")

Una coltre bianca

10 foto Sfoglia la gallery

Il manto di ghiaccio è arrivato anche a 15 cm in alcune zone, causando l'ostruzione dei tombini e quindi ostacolando il deflusso della pioggia, anch'essa caduta copiosa con l'ennesimo temporale di questo mese di maggio.

Il fenomeno si è sviluppato tra il Monte Grappa e il Monte Tomba, scaricando i suoi effetti fino a Maser. I chicchi caduti misuravano in alcuni casi circa 3 cm di diametro e hanno provocato disagi alla viabilità, danni alle vetture e specialmente alle coltivazioni di vigneti e cereali presenti in zona.

"Mancava all'appello ..." ha scritto il sindaco di Asolo Mauro Migliorini commentando l'episodio e riferendosi alla grandine. "Nelle prossime ore capiremo l'entità dei danni al settore agricolo"

La prima stima è, per le zone più colpite intorno alla frazione di Casella, di perdite intorno al 50%; ma un conteggio più preciso, alla luce del sole, sarà fatto dai produttori e dai consorzi in queste ore.