Menu
Cerca
Parla il direttore

Code e disagi ai punti vaccinali, Benazzi: “Ecco cos’è successo”

Il punto del direttore Benazzi: Rt nella Marca leggermente inferiore a 1. Il video di come funziona il nuovo portale per le prenotazioni.

Cronaca Treviso, 31 Marzo 2021 ore 16:24

Marca trevigiana: il punto su contagi Covid e vaccinazione con il direttore generale Benazzi. E domani apre alle prenotazioni il nuovo portale: ecco come funziona.

Il punto del direttore generale Benazzi

Aggiornamento sulla situazione Covid nella Marca Trevigiana e sulla campagna vaccinale, oggi con il direttore generale dell’Ulss2, Francesco Benazzi.

“Per quanto riguarda i ricoveri la situazione è ancora difficile – ha esordito Benazzi – Purtroppo abbiamo 10-11 ricoveri in più rispetto a settimana scorsa e questo comporta una pressione importante sui nostri ospedali, tanto che, come da circolare regionale, stiamo riducendo alcune attività non urgenti (chirurgiche in particolare) nelle varie strutture “.

Al momento in tutto il territorio dell’Ulss2 ci sono 44 persone ricoverate in terapia intensiva, 54 invece nelle sub intensive. Per il momento proseguono invece le visite specialistiche.

“Abbiamo ancora 16 posti letto liberi in terapia intensiva, più quelli ancora non occupati negli ospedali di comunità”.

Ieri sono stati fatti in provincia di Treviso 1.735 (con un’incidenza di positività del 14,54%): “Ancora alta”, ha evidenziato il direttore.

“Un aspetto positivo c’è però ed è il valore dell’Rt odierno, che si attesta intorno a 1 – ho proseguito Benazzi – Anzi, siamo più verso lo 0,88, quindi ci fa ben sperare per i prossimo giorni in una discesa”.

Incidenza di positività: 188 il valore medio dell’Ulss2, ben al di sotto del limite di 250 fissato a livello nazionale su 100mila abitanti.

Ecco come si usa il nuovo portale per prenotare le vaccinazioni

Da domani, giovedì 1 aprile 2021, entra a regime la piattaforma regionale per le prenotazioni dedicata agli over 80, i super fragili e i disabili.

“I nostri over 80 sono in totale 61.881, di cui ad oggi ne abbiamo vaccinati 43.578 (il 70,4%), mentre i disabili sono 9.755 di cui 5.613 (57%) ed entro fine settimana li dovremmo completare tutti”.

Già dopo Pasqua la maggioro parte degli over 80 che ancora mancano saranno vaccinati a domicilio.

Code e disagi ai punti vaccinali: ecco cos’è successo

Poi il direttore generale ha toccato il tasto dolente delle lunghe code segnalate in diversi punti vaccinali, che hanno creato non pochi disagi specialmente ai più anziani:

“Ce ne scusiamo, ma penso che tra il non essere vaccinati e rischiare la terapia intensiva e il fare un’ora in più di coda, sia sempre meglio la seconda ipotesi. Sono consapevole dei problemi riscontrati sia ieri, martedì, e che avremo anche oggi: in pratica utilizzando Pfizer, che può stare fuori al massimo 6 ore (poi è da buttare), ci siamo ritrovati verso mezzogiorno con 7mila persone programmate, ma ce n’erano poco più di mille. A questo punto abbiamo convocato tutte le persone fragili presenti nelle liste di riserva (metodo che verrà superato con l’entrata in vigore del portale di prenotazione), e si sono presentati tutti. Circa 7mila persone che ovviamente hanno creato un po’ di intasamento”.

LEGGI ANCHE:

Anziani in coda per ore per il vaccino, il PD: “Nella Marca situazione inammissibile e pericolosa”

Pe ovviare in parte al problema, con la collaborazione del sindaco, a Riese Pio X verrà allestita una tensostruttura dove verranno messe delle sedie. Sempre da domani saranno attive anche le prenotazioni in farmacia.

Annunciato poi per sabato prossimo, 3 aprile 2021, il Vaccination Point, che verrà attivato al Melodi sull’area di Castelfranco: gli anziano potranno essere portati direttamente con le auto da un accompagnatore: “Proviamo l’esperimento, dovrebbero arrivare circa 400 persone”.

 

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli