Nomina

Conservatorio Steffani Castelfranco, Nicola Claudio di Rai Cinema nuovo presidente

54 anni, avvocato, Nicola Claudio entra in Rai nel 1992 con procedura pubblica e da quasi un trentennio svolge ruoli manageriali all'interno dell'azienda

Conservatorio Steffani Castelfranco, Nicola Claudio di Rai Cinema nuovo presidente
Castelfranco, 30 Giugno 2020 ore 10:22

Il Ministro Gaetano Manfredi del Ministero dell’Università e della Ricerca ha formalizzato, con decreto, la nomina di Nicola Claudio a Presidente del Conservatorio di Musica Agostino Steffani.

Cambio al vertice

Nicola Claudio, Presidente del Consiglio di Amministrazione di Rai Cinema e Direttore della Governance e Segreteria Societaria Rai, è il nuovo Presidente del Conservatorio di Musica Agostino Steffani di Castelfranco Veneto.

“Un nome di altissimo profilo che dà un ulteriore valore aggiunto al percorso intrapreso dal nostro istituto”commenta il direttore Stefano Canazza.

Il Ministro Gaetano Manfredi del Ministero dell’Università e della Ricerca ha formalizzato, con decreto, la nomina di Nicola Claudio a Presidente del Conservatorio di Musica Agostino Steffani che, dal 28 giugno, si avvicenda al Presidente uscente Elisabetta Bastianon.

“Sono molto contento e anche orgoglioso per questa nomina, in una istituzione prestigiosa e di eccellenza nel panorama culturale del nostro Paese come il Conservatorio di Musica Agostino Steffani- commenta il neo Presidente- Auspico di portare un contributo positivo e utile per consentire a questa istituzione – la cui gestione è curata con riconosciuta qualità e competenza professionale dal Direttore Stefano Canazza – di poter interagire in maniera sinergica con le diverse realtà istituzionali e culturali nazionali e in cooperazione con i soggetti pubblici e privati del territorio . Un obiettivo tanto più necessario e da consolidare nella prospettiva di un rilancio di ogni attività di tipo culturale in questa delicata fase a seguito dell’emergenza sanitaria; centrale in questa dinamica sarà il ruolo dei giovani, si tratti di talenti, affermati o da scoprire, che costituiscono una vera risorsa morale e immateriale del nostro Paese.”

Il commento del direttore Canazza

54 anni, avvocato, Nicola Claudio entra in Rai nel 1992 con procedura pubblica e da quasi un trentennio svolge ruoli manageriali all’interno dell’azienda.

“La nomina a Presidente di Nicola Claudio arriva come una sorta di premialità che ci viene riconosciuta dal Ministro” – commenta Stefano Canazza, Direttore del Conservatorio di Musica Agostino Steffani di Castelfranco Veneto – Treviso, a cui va il placito di questa importante gestione accademica. “Siamo contenti anche per il rispetto della tempistica sul piano procedurale, il Ministro Gaetano Manfredi ha firmato la nomina a Presidente di Nicola Claudio a stretto giro dall’invio della terna da parte del nostro Conservatorio e in tempo utile rispetto alla scadenza. Vorrei ringraziare per il lavoro svolto e la collaborazione in questi tre anni la Presidente uscente Elisabetta Bastianon, con la quale abbiamo lavorato in piena sinergia e nel rispetto dei ruoli e delle funzioni”.

L’Università della musica di due province

Nicola Claudio andrà a presiedere un Conservatorio che oggi è l’Università della musica di due province, la più importante istituzione per lo studio della musica nell’intero territorio della Marca trevigiana e della provincia di Belluno. Affermato a livello nazionale ed internazionale, con 500 studenti iscritti, oltre 80 docenti, più di 100 percorsi di studio tra I livello e II livello, master di II livello, laboratori, master classes, oltre a progetti Erasmus con più di venticinque partner all’interno dei paese dell’unione europea ed extraeuropea, tra cui Germania, Austria, Rep. Ceca, Spagna, Portogallo, Regno Unito, Belgio, Bulgaria, Polonia, Argentina, Moldavia e Mozambico. Spicca tra i progetti internazionali la collaborazione per la costruzione a Maputo, in Mozambico, del primo istituto musicale su modello europeo da anni finanziato dal Ministero dell’Università e Ricerca e dall’Unione Europea. Nel 2019 il Conservatorio ha festeggiato i 50 anni di vita. Tra gli studenti Mario Brunello, Giuliano Carmignola, Inès Salazar, Andrea Marcon, Francesca Dotto, Claudia Pavone, Alessandro Cappelletto, Alberto Mesirca, Giancarlo Andretta e molti altri ancora. Grazie all’accordo di programma con la Camera di Commercio di Treviso e Belluno, il Conservatorio trevigiano firma più di 150 concerti annuali nel territorio delle province di Treviso e Belluno.

“La nomina di Nicola Claudio-conclude il direttore Stefano Canazza- arriva come un grande valore aggiunto a conferma che stiamo lavorando nella giusta direzione: un Conservatorio di Musica attento sì alla didattica, alla produzione e alla ricerca ma senza dimenticare il ruolo e il progetto culturale, nonché formativo e di avviamento alla complessa e prestigiosa professione artistica, in sinergia e in collaborazione con il contesto territoriale nel quale questa istituzione superiore universitaria opera e che simbioticamente ha l’obbligo di valorizzare”

La biografia

Nato nel 1966, laureato in giurisprudenza. Nel 1992 entra, a seguito di selezione pubblica, alla Direzione Affari Legali – Consulenza Contratti della Rai, con il compito di occuparsi di contrattualistica delle produzioni televisive in particolare in ambito cinematografico, e di consulenza giuridica sui riflessi legali inerenti l’attività della Rai. Nello stesso anno acquisisce l’abilitazione all’esercizio della professione forense. Nel 1996 viene chiamato nella Segreteria della Direzione Generale (poi Staff del Direttore Generale) con l’incarico di seguire l’evoluzione del quadro legislativo di interesse per l’azienda e curare gli adempimenti nei confronti della Commissione Parlamentare di Vigilanza e del Ministero delle Comunicazioni. Nel 2007 Direttore dello Staff del Direttore Generale Rai. Nel 2009 è chiamato a dirigere la Segreteria del Consiglio di Amministrazione della Rai. Nello stesso anno è nominato Responsabile dello Staff del Presidente. Dal dicembre 2015 al settembre 2017 ha la responsabilità ad interim della Direzione Staff del Presidente. Da gennaio a dicembre 2016 fa parte del Consiglio di Amministrazione di Rai Way. Nell’aprile 2013 – fermo restando il ruolo di Direttore della Segreteria del Consiglio di Amministrazione denominata Governance e Segreteria Societaria Rai – è nominato Presidente di Rai Cinema, ruolo confermato nel 2016 e da ultimo confermato nel 2020

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Curiosità