Continuano le polemiche sul San Valentino. Severin: "Il PD si sta arrampicando sugli specchi"

Secondo il Vice Sindaco di Montebelluna il Partito Democratico avrebbe portato avanti una strategia di "fumo e allarmismo".

Continuano le polemiche sul San Valentino. Severin: "Il PD si sta arrampicando sugli specchi"
Cronaca Montebelluna, 23 Maggio 2019 ore 17:55

Continua la polemica sull'ospedale San Valentino. "Il PD può fare tutto le interrogazioni che vuole - dice il Vice Sindaco di Montebelluna Severin -, ma si tratta solo di fumo per nascondere un fatto: per mesi hanno raccolto firme come partito in nome e per conto di un’ormai evanescente comitato pro-ospedale dicendo che il San Valentino era a rischio di chiusura o di depauperamento. Una posizione impietosamente smentita dalle schede ospedaliere".

"Il San Valentino - prosegue Severin - conserva tutti i suoi 303 posti letto, passa da 15 a 17 primari e diventa, come auspicato da tutti, ospedale di territorio. Anzi divena la parte operativa di un unico ospedale articolato su due sedi: Castelfranco Veneto e Montebelluna". Il Vice Sindaco ribadisce inoltre come l’arrivo dello IOV sia una grande conquista per la castellana, il montebellunese e l’asolano in quanto "il fronte oncologico oggi è uno dei principali nella lotta per la salute".

Secondo Severin la realtà è evidente: i sindaci Marcon e Favero sono stati lungimiranti nel fare alleanza, mentre il PD ha seguito una strategia inspiegabile, fatta di allarmismo e malumori. "A Montebelluna si raccontava che Castelfranco era il concorrente e a Castelfranco il contrario. Il fumo allarmistico oggi è dissipato dalle nuove schede ospedaliere. Il concorso è bandito sul BUR e Montebelluna avrà un primario di cardiologia non limitato alla riabilitazione ma tout court".

"Per quanto riguarda la piazzola dell’elisoccorso sollevata dal consigliere dell'opposizione Quaggiotto - conclude - oggi il sindaco ha risposto trasmettendo una nota del direttore dell’Ulss, Francesco Benazzi, nella quale si spiega che è in corso la gara per la gestione della piazzola sopra l‘ospedale. Tuttavia, all’ospedale di per sé risulterebbe molto più conveniente utilizzare la piazzola di Pronto soccorso messa a disposizione presso la sede della Protezione civile perché più sicura”.