Presentazione ufficiale

Elezioni comunali Castelfranco 2020, partita la corsa alla riconferma di Marcon: “Con me una grande squadra” – VIDEO

Centrodestra compatto a Castelfranco sul nome del sindaco uscente, con una probabile convergenza anche di Fratelli d'Italia. E Zaia torna sul "cadavere eccellente".

Castelfranco, 05 Agosto 2020 ore 16:36

di Alessandro Lanza

Stamattina all’Hotel Fior il lancio della campagna elettorale per la riconferma di Stefano Marcon a sindaco di Castelfranco. C’era anche Zaia, che è tornato sulla polemica dell’ospedale San Giacomo “cadavere eccellente”.

La presentazione ufficiale

“Ma perché hai fatto la foto con ‘e man in scarsèa?”, riferito all’immagine ufficiale scelta per il lancio della campagna elettorale. “Se siamo riusciti a fare tutto ciò che abbiamo fatto sinora per Castelfranco con le mani in tasca, figuratevi quando le tireremo fuori!”. L’auspicio, naturalmente, è di “poterle tirare fuori” in un ipotetico secondo mandato. E’ partita con questa battuta la campagna elettorale per la ricandidatura a sindaco di Stefano Marcon, sostenuto da una civica che porta il suo nome, naturalmente dalla Lega-Liga Veneta e dai fedeli alleati di Forza Italia. Non si escludono però a breve nuovi apparentamenti, con i Fratelli d’Italia castellani (candidato sindaco Pier Antonio Nicoletti) che sembrano ben indirizzati nell’orbita marconiana. Si voterà il prossimo 20 e 21 settembre.

“Le nostre porte sono aperte per chi condivide i nostri valori e sposa la causa dell’autonomia – ha spiegato infatti durante la presentazione avvenuta oggi, mercoledì 5 agosto 2020 all’hotel Fior il commissario provinciale della Lega di Treviso, Gianangelo Bof – Stefano è la persona giusta al posto giusto, circondato com’è oltretutto da una squadra molto affiatata”.

Centrodestra unito: da Treviso una conferma

E dopo una dichiarazione del sindaco di Conegliano, nonché coordinatore provinciale di Forza Italia, Fabio Chies, che ha sottolineato come “il Centrodestra unito e compatto si conferma una realtà nella provincia di Treviso”, ha preso la parola proprio Marcon:

“E’ sempre un’emozione forte  essere qui a lanciare la propria candidatura – ha esordito il sindaco uscente – Stiamo portando avanti un percorso iniziato una decina d’anni fa dall’ex sindaco Luciano Dussin (che, parentesi, torna direttamente in campo come capolista, ndr.). E vorremmo poter continuare a dare a Castelfranco un ruolo da protagonista. Rispettiamo tutti i nostri avversari, ma grazie alla nostra squadra non temiamo nessuno”.

Slogan della corsa sarà “Castelfranco Veneto, la Città che amiamo”, con al posto della “o” finale un sole con 7 raggi: “Non un caso, sono le 7 frazioni di Castelfranco”, ha spiegato Marcon. Presenti al lancio della campagna elettorale anche il vicesindaco Gianfranco Giovine (FI), il sindaco di Treviso, Mario Conte, quello di Montebelluna, Marzio Favero, lo stesso Luciano Dussin, il consigliere regionale Nazzareno Gerolimetto, e il presidente della Regione (anche lui uscente), Luca Zaia. Più vari consiglieri e assessori castellani: la tanto decantata squadra, insomma.

ZAIA, IL SAN GIACOMO E L’AUTONOMIA: GUARDA I VIDEO

Zaia e il “cadavere eccellente”: atto II

E’ stato lo stesso Zaia infine a prendere la parola:

“Stefano è un mastino, uno sempre sul pezzo – ha sottolineato, tornando poi su una delle polemiche più recenti riguardanti l’ospedale San Giacomo – Ribadisco che era un ‘cadavere eccellente‘ con dei piani vuoti, ma che non c’è alcuna volontà da parte della Regione di smantellarlo o addirittura chiuderlo, non che film abbia visto chi lo sostiene. E devo dare atto proprio a Marcon di aver sposato in pieno la line della Regione su questo tema. Perché il San Giacomo, con lo IOV, deve diventare un punto di riferimento della sanità veneta. Quando ci sarà la Pedemontana si potrà percorrere il tratto tra Treviso e Castelfranco in 10 minuti o poco più, e quest’opera viaria agevolerà il ruolo centrale in provincia e in regione dell’ospedale castellano”.

9 foto Sfoglia la gallery
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità