Cronaca
Carabinieri

Entrano nella casa del commerciante di Loria e la "ripuliscono" di contanti: poi gli svuotano anche il conto

I fatti risalgono allo scorso 29 ottobre. Nei guai un uomo di 24 anni e una donna di 20, residenti rispettivamente a Venezia e Vicenza

Entrano nella casa del commerciante di Loria e la "ripuliscono" di contanti: poi gli svuotano anche il conto
Cronaca Castelfranco, 22 Dicembre 2022 ore 12:56

Eseguita un’ordinanza di applicazione della misura cautelare dell’obbligo di dimora nei confronti di un 24enne e di una 20enne.

Entrano nella casa del commerciante di Loria e la "ripuliscono" di contanti: poi gli svuotano anche il conto

I Carabinieri della Stazione di Riese Pio X, con il coordinamento della Procura della Repubblica di Treviso, hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di applicazione della misura cautelare dell’obbligo di dimora nei comuni di residenza, emessa nei confronti di un uomo 24enne e di una donna 20enne, rispettivamente residenti nelle Province di Venezia e Vicenza, ritenuti gravemente indiziati, in concorso tra loro, dei reati di furto aggravato in abitazione e indebito utilizzo di carta bancomat, commessi in Loria, il 29 ottobre 2022, ai danni di un commerciate 67enne del luogo.

I fatti risalgono appunto alla tarda mattinata del 29 ottobre scorso, quando, verso le ore 11.00, la moglie del commerciante, uscita di casa per pochi minuti, dopo aver lasciato la porta aperta, sorprendeva due persone che stavano uscendo dalla sua abitazione, le quali giustificavano la loro anomala presenza con una banale scusa, che consentiva loro, però, di fuggire a bordo di un’autovettura parcheggiata nelle vicinanze.

Una volta rientrata in casa, la vittima si accorgeva che i due sconosciuti avevano asportato la somma di 1.300,00 euro circa in denaro contante e una carta bancomat, attraverso la quale, poco dopo, presso un vicino istituto di credito, riuscivano a prelevare l’ulteriore importo di 3.350,00 euro.

Grazie alle testimonianze raccolte e all’analisi dei sistemi di videosorveglianza della zona, venivano ricostruiti i movimenti della donna e dell’uomo, quest’ultimo tra l’altro immortalato dalle telecamere della banca all’atto di prelevare il denaro, utilizzando la tessera bancomat poco prima asportata.

Pertanto, nella mattina di mercoledì 21 dicembre 2022, in provincia di Rovigo, precisamente in un comune del basso polesine, i Carabinieri di Riese Pio X hanno dato esecuzione all’ordinanza cautelare, che imponeva ai due indagati l’obbligo di dimora nei comuni di rispettiva residenza.

Seguici sui nostri canali