Menu
Cerca
San Biagio di Callalta

Ex scuola elementare, restauro quasi finito: il Comune raccoglie foto d’epoca

Il materiale della scuola di San Biagio dovrà essere consegnato entro e non oltre il 15 aprile prossimo al personale della biblioteca comunale

Ex scuola elementare, restauro quasi finito: il Comune raccoglie foto d’epoca
Cronaca Treviso, 24 Febbraio 2021 ore 17:49

Al termine i lavori di ristrutturazione dell’ex scuola elementare di San Biagio di Callalta, l’Amministrazione comunale lancia la raccolta di foto, documenti e materiale che raccontino della vita passata di questo edificio simbolo per i sanbiagiesi.

San Biagio di Callalta si rinnova

“Stiamo già pensando alla cerimonia di inaugurazione e consegna degli spazi alla cittadinanza”, spiega la consigliere comunale incaricata Mariacristina De Giusti, “Ci piacerebbe realizzare un bel video che racconti storie e ricordi legati all’ex scuola. Sappiamo quanto i nostri concittadini siano affezionati a questo edificio per il valore che esso ha avuto nella loro formazione. Ringrazio sin d’ora quanti offriranno la loro collaborazione”.

La consegna del materiale

Il materiale dovrà essere consegnato entro e non oltre il 15 aprile prossimo al personale della biblioteca comunale che provvederà a registrarlo, catalogarlo e riconsegnarlo ai proprietari a fine utilizzo.

I lavori di ristrutturazione dell’ ex scuola hanno richiesto un importo di 850.000 euro, non solo hanno messo in sicurezza l’edificio, ma l’hanno valorizzato sia internamente che esternamente. L’ idea è che la struttura possa diventare a pieno titolo uno spazio culturale e ricreativo aperto ai cittadini ed alle associazioni, gestito direttamente dal Comune.

“La ristrutturazione dell’ex scuola elementare del capoluogo, si inserisce nel progetto di recupero del nostro patrimonio ed assume un significato particolare perché si tratta di un edificio molto caro ai tanti sanbiagesi che lì hanno trascorso un periodo importante della loro vita. Con il completamento di questo intervento, andremo ad ampliare gli spazi a disposizione per piccoli e grandi eventi culturali ed offriremo alla comunità un altro luogo di socializzazione” spiega il sindaco Alberto Cappelletto.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli