Cronaca
Comunicazione

Festeggia i suoi primi 20 anni l'Agenzia Ideeuropee di Treviso

"Da ufficio stampa alla vecchia maniera siamo cresciuti e ci siamo specializzati negli eventi", sostiene il fondatore Piergiorgio Paladin

Festeggia i suoi primi 20 anni l'Agenzia Ideeuropee di Treviso
Cronaca Treviso, 09 Febbraio 2021 ore 08:47

L’agenzia di comunicazione trevigiana IdeeEuropee festeggia quest'anno i suoi 20 anni, dinamica e intuitiva elabora soluzioni in svariate tipologie di settori, dalla politica all’industria, dal mondo sportivo a quello dell’associazionismo.

 

L'agenzia Ideeuropee

"Da ufficio stampa alla vecchia maniera siamo cresciuti e ci siamo specializzati negli eventi. Siamo passati dal ricevere le comunicazioni giornalistiche via fax all'utilizzare i nuovi strumenti di comunicazione. Nel 2005 ad esempio Facebook non era ancora arrivato in Italia e a Treviso si giocava all’AperiGame, scambiandosi quelle che oggi chiameremmo “foto profilo” per conoscere nuovi amici."

"Nell’anno dei Mondiali i negozi fisici avevano ancora la meglio sull’e-commerce e noi vendevamo online i prodotti del marchio Azzurro di nascita. All’indomani delle Olimpiadi di Londra è nato il concorso solidale “Mi piace di cuore”, che abbiamo dedicato alle società paralimpiche venete. L’anno scorso invece con un semplice video fatto rimbalzare sui social abbiamo innescato la challenge “SOSteniamo le serrande” per dare una mano alle piccole attività commerciali fiaccate dal Covid" conclude Piergiorgio Paladin, fondatore e guida di Ideeuropee."

Gli strumenti di comunicazione

I social offrono opportunità potentissime, sono un mezzo per comunicare molto strategico, che anche in situazioni di crisi come quella attraversata negli ultimi mesi può aiutare e fare la differenza di un'azienda.

"In questo periodo abbiamo ricevuto decine e decine di richieste da parte di aziende del territorio che si rivolgevano a noi per costruire o ricostruire la loro immagine. Aver potenziato negli anni la gamma di servizi offerti puntando su professionalità diverse ci ha permesso di porci come un interlocutore unico in grado di rispondere anche alle esigenze più complesse, integrando i più recenti con i canali classici." conclude Paladin.