Cronaca
Tragico epilogo

Fine della speranza: trovato morto tra i canneti l'anziano trevigiano Giancarlo Antonello

Era scomparso un mese fa, allontanandosi a piedi dall'ospedale di Portogruaro. Annullata la giornata di ricerche prevista proprio ieri, domenica.

Fine della speranza: trovato morto tra i canneti l'anziano trevigiano Giancarlo Antonello
Cronaca Castelfranco, 21 Marzo 2022 ore 08:09

Ieri, domenica 20 marzo, sarebbe dovuta essere una giornata di mobilitazione per cercare Giancarlo Antonello, l'81enne scomparso il 24 febbraio. Ma purtroppo poche ore prima di patire con le ricerche, è arrivata la notizia che nessuno avrebbe mai voluto leggere. Il corpo dell'anziano è stato trovato senza vita tra Caorle e Concordia Sagittaria.

Fine della speranza: trovato morto tra i canneti l'anziano trevigiano Giancarlo Antonello

Sono stati i referenti di un'associazione a chiamare le Forze dell'ordine quando si sono trovati di fronte il cadavere dell'uomo, tra i canneti in una zona al confine tra Caorle e Concordia Sagittaria. E' bastato poco, come riporta Prima Venezia, per collegare il corpo dell'anziano all'identità dell'81enne scomparso un mese fa da quella zona, Giancarlo Antonello, per il quale era prevista, proprio nella giornata odierna, domenica 20 marzo 2022, una ricerca congiunta a livello cittadino. Una mobilitazione, insomma, che però è stata evidentemente annullata.

I membri dell'associazione di caccia che l'hanno trovato si trovavano poco oltre il fiume Limene a metà del canale Nicesolo che confluisce nella laguna di Caorle. Erano da poco passate le 11 di mattina quando il corpo dell'81enne è emerso dal canneto in località Sindacale, nel comune di Concordia Sagittaria. La chiamata alle Forze dell'ordine è stata immediata: sul posto si sono diretti i Vigili del fuoco che hanno trasportato un gommone via terra per calarlo sull'argine del canale. I Carabinieri e il medico legale hanno constatato il decesso della persona.

LEGGI ANCHE:

Cacciatori intenti a pulire il canale: sull’argine del Nicesolo notano un cadavere

Il cadavere è stato trasportato in un'area raggiungibile in auto per consegnarlo alle autorità che poi sono risalite all'identità dell'anziano scomparso il 24 febbraio. L'uomo si era allontanato a piedi dall'ospedale di Portogruaro dopo essere stato medicato al Pronto soccorso per una ferita. Le ricerche erano partite quasi immediatamente ed erano stati molti gli appelli da parte dei famigliari sui social, sui giornali e anche in tv.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter