Cronaca
Carabinieri

Fumano dentro il locale, scatta la rissa con gli addetti alla sicurezza (e le prendono di santa ragione)

Cinque denunciati per la serata movimentata nel locale jazz a Quinto. Nonostante i ripetuti richiami si erano rifiutati di spegnere le sigarette e sono finiti male.

Fumano dentro il locale, scatta la rissa con gli addetti alla sicurezza (e le prendono di santa ragione)
Cronaca Treviso, 06 Agosto 2022 ore 11:08

Le attività dei Carabinieri di Treviso tra giovedì e venerdì.

Fumano dentro il locale, scatta la rissa con gli addetti alla sicurezza (e le prendono di santa ragione)

  • Giovedì 4 agosto

Nella nottata, i Carabinieri del Nucleo Radiomobile della Compagnia di Castelfranco Veneto, hanno denunciato un 26enne pregiudicato del luogo, poiché sottoposto ad un controllo all’interno di un locale della città, in stato di forte alterazione
psicofisica, è stato trovato in possesso di un coltello da cucina. Visitato da personale del 118 gli è stata diagnosticata una esotossicosi da sostanze stupefacenti.

Nella mattinata i Carabinieri della Stazione di Cordignano, a conclusione indagini, hanno denunciato, per truffa, un 25enne pregiudicato di Crotone, il quale, a seguito della creazione fraudolenta di un sito internet, si è fatto accreditare la somma di euro 399,00 da una 57enne di Orsago, per la vendita di una piscina, mai consegnata, rendendosi poi irreperibile.

  • Venerdì 5 agosto

Nella mattinata, i Carabinieri della Stazione di Vedelago hanno denunciato per truffa un 42enne pregiudicato di Barletta, il quale nell’ambito di una trattativa on-line per la vendita di legna da ardere, si è fatto accreditare la somma euro 650,00 da un 67enne del centro castellano, consegnandogli poco più della metà del materiale acquistato.

Sempre nella stessa mattinata, i Carabinieri della Stazione di Zero Branco, a conclusione delle indagini hanno denunciato cinque soggetti, ritenuti autori di una rissa, avvenuta nella notte dello scorso 10 luglio, presso il locale “Bonny Circus and Jazz” di Quinto di Treviso. La lite, poi degenerata, sarebbe iniziata all’interno del locale, allorché due soggetti, di 42 e 46 anni, nonostante l’esplicito divieto imposto per legge, stavano fumando noncuranti del fatto che fossero stati redarguiti dagli addetti alla sicurezza, affinché smettessero. Considerato che nonostante le ripetute richieste di spegnere le sigarette, i due continuavano a fumare sfacciatamente, i tre addetti alla sicurezza li conducevano fuori dal locale, dove si scatenava la loro violenta reazione, che in un attimo degenerava in una rissa che coinvolgeva entrambe le fazioni contrapposte ed in conseguenza della quale, il 46enne riportava la frattura del femore con una prognosi di 60 giorni ed il 42enne contusioni multiple con una prognosi di 7 giorni. Illesi gli addetti alla sicurezza.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter