Cronaca
L'appello della moglie

Giovane papà morto sul lavoro: sognava di rivedere il suo mito, Valentino Rossi

"Ti prego, eri l'idolo di Andrea, mandagli una dedica"

Giovane papà morto sul lavoro: sognava di rivedere il suo mito, Valentino Rossi
Cronaca Treviso, 09 Gennaio 2022 ore 10:55

Il suo mito era Rossi. E come biasimarlo. La prima volta l'aveva incontrato quando aveva due anni, la foto scattata con il mito di Tavullia la conservava gelosamente, come quei ricordi e la voglia, ora che era adulto, di rivederlo.

Giovane papà morto sul lavoro: sognava di rivedere il suo mito, Valentino Rossi

Era come un sogno per lui, un desiderio, che però non potrà avverarsi. Lui, Andrea Soligo, 25anni, operaio padre di due bambini, sposato, è rimasto vittima mercoledì scorso di un fatale incidente sul lavoro. L'ennesimo, purtroppo, consumato in Veneto, questa volta avvenuto all'interno della Fen Impianti Srl di via Sole nella zona artigianale industriale di Belvedere di Tezze sul Brenta nel vicentino.

LEGGI LA NOTIZIA: Cade dalla scala mentre lavora e muore a soli 25 anni: addio al trevigiano Andrea Soligo


E per onorare il ricordo, per tenere viva la memoria, la moglie di Andrea ha pubblicamente lanciato un appello all'immenso campione di motociclismo, Valentino Rossi, nella speranza che lui possa regalare una dedica al marito scomparso, suo fan sfegatato. Per quanto riguarda l'incidente fatale è stata disposta l'autopsia e i famigliari dovranno dunque attendere per la cerimonia funebre. Il Pm ha aperto un'inchiesta per omicidio colposo.