Zalf Euromobil Désirée Fior

Giro Under 23: Colnaghi cede la maglia rosa, ma è super Zambanini!

L'arrivo a Bolca stravolge la classifica, due maglie per la Zalf. E il presidente Egidio Fior segue la corsa in ammiraglia.

Giro Under 23: Colnaghi cede la maglia rosa, ma è super Zambanini!
Castelfranco, 02 Settembre 2020 ore 08:57

All’indomani dei due successi firmati da Luca Colnaghi in casa bianco-rosso-verde si è assaporata l’emozione della maglia rosa.

Un giorno in rosa

E’ stata una giornata densa di emozioni ieri, martedì 1 settembre 2020, per la Zalf Euromobil Désirée Fior impegnata al Giro d’Italia Under 23. All’indomani dei due successi firmati da Luca Colnaghi in casa bianco-rosso-verde si è assaporata l’emozone della maglia rosa. Un simbolo del primato che Colnaghi ha onorato e difeso con i denti ma che è stato costretto a cedere su un terreno non congeniale alle sue qualità.

“Vestire anche solo per un giorno la maglia rosa è stata una emozione unica. Una bellissima esperienza che sono orgoglioso di aver regalato a questo fantastico team. Oggi alla partenza è stato bello salutare i tanti amici e stringere la mano ad alcuni grandi campioni come Mario Cipollini” ha spiegato dopo aver tagliato il traguardo di Bolca, Luca Colnaghi.

Sugli scudi Zambanini

La tappa di ieri ha consentito a Colnaghi di mantenere comunque la maglia rossa di leader della classifica a punti e ha applaudito uno straordinario Edoardo Zambanini: il trentino, al primo anno nella categoria, è una delle sorprese più belle del Giro d’Italia targato 2020. Dopo essere arrivato con i migliori nelle prime tre frazioni, oggi Zambanini ha chiuso in sesta posizione rafforzando la propria leadership nella classifica riservata ai giovani e confermandosi al settimo posto in classifica generale.

“Il nostro Giro d’Italia, grazie ai risultati ottenuti sin qui, è già straordinario così” ha commentato il presidente Egidio Fior che ha seguito dall’ammiraglia la quarta tappa. “Due vittorie di tappa, la leadership nella classifica a punti e in quella riservata ai giovani ma, soprattutto, un gruppo unito e competitivo su qualsiasi terreno hanno fatto salire alle stelle l’entusiasmo all’interno di tutta la squadra. A tutto questo si è aggiunta la prima storica maglia rosa per la Zalf Euromobil Désirée Fior. Si tratta di un primato che abbiamo festeggiato con grande piacere e un pizzico di orgoglio”.

Il commento di Luciano Rui

Chi guarda già avanti è il team manager Luciano Rui:

“Affronteremo la seconda parte di Giro con una squadra in grande forma e con una rinnovata sicurezza nei nostri mezzi. Domani si correrà sulle strade dove i nostri ragazzi si allenano ogni settimana e, di certo, vorranno essere nuovamente protagonisti. Poi ci sposteremo in Lombardia per le ultime tre tappe che delineeranno la classifica finale. Oggi Colnaghi è uscito dalla lotta per la maglia rosa e questo gli permetterà di provare a dare l’assalto ad un altro successo di tappa mentre Zambanini ha sorpreso tutti per la continuità dimostrata in questi primi giorni. Si sta mettendo alla prova per la prima volta in una grande corsa a tappe, quello che affronterà nei prossimi giorni sarà un bel test in prospettiva futura”.

Photo Credits: www.photors.it

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Gite in treno
Curiosità