Il presidente di Mom, Giacomo Colladon, rassicura gli utenti: “Chiediamo certificati penali”

"Sono rabbrividito vedendo al telegiornale le immagini del bus sequestrato".

Il presidente di Mom, Giacomo Colladon, rassicura gli utenti: “Chiediamo certificati penali”
24 Marzo 2019 ore 12:31

Il presidente di Mom, Giacomo Colladon, sul bus dirottato: “Sono rabbrividito vedendo al telegiornale le immagini del bus sequestrato con 50 bambini e poi dato alle fiamme da un autista che si è poi scoperto avere precedenti penali. Aveva a bordo una pistola, un coltello e taniche di gasolio. Roba da matti!”. Parla ancora con una forte emozione in corpo Giacomo Colladon, presidente della Mobilità di Marca (Mom) nel ricordare il grave fatto avvenuto nei giorni scorsi sulla Paullese a San Donato Milanese, con il bus della scolaresca di Crema dirottato e bruciato dall’autista della Autoguidovie, il 47enne Ousseynou Sy, il 47enne, arrestato grazie all’intervento dei carabinieri per tentata strage, resistenza, incendio e sequestro di persona aggravato dalle finalità terroristiche. Soltanto la freddezza di un ragazzino egiziano, al quale ora il ministro degli Interni vorrebbe dare la cittadinanza italiana, ha fatto sì che tutto non si trasformasse in tragedia. Con il lproprio telefono cellulare ha allertato i carabinieri che, come è noto, sono poi riusciti abilmente a liberare i ragazzi e i loro accompagnatori poco prima che il mezzo si trasformasse in una carcassa bruciata.

Colladon: “Chiediamo i certificati penali ai nostri autisti”

Emozione comprensibile, la sua, essendo a capo della società che ha l’appalto dei trasporti pubblici nel Trevigiano: “Il giorno dopo ho voluto sincerarmi di persona – ha aggiunto Colladon – che nella nostra azienda tutto fosse secondo quanto previsto dalle nostre procedure per le assunzioni. Prevedono infatti, da parte dei candidati, la presentazione del certificato penale in copia originale e non la semplice autocertificazione. Per quanto riguarda gli autisti dei sub-affidamenti, ho immediatamente richiesto i certificati, per sincerarmi che non abbiano avuto procedimenti penali incompatibili con il ruolo. In brevissimo tempo saranno prodotti alla nostra azienda. Prevediamo, in fase di assunzione, anche rigorosi esami psico-fisici”.
La Autoguidovie di Crema, tra l’altro, è una delle sei aziende che aveva presentato la manifestazione d’interesse per la gestione dei trasporti pubblici nel Trevigiano, nella gara aggiudicata poi a Mobilità di Marca.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Gite in treno
Curiosità