Mancata proroga

Imu, Popolari per Conegliano: “Un errore non posticiparla”

Ferma presa di posizione del gruppo consiliare «popolari per Conegliano» che contestano alla maggioranza la mancata proroga della scadenza dell’IMU dal 16 giugno al 30 settembre.

Imu, Popolari per Conegliano: “Un errore non posticiparla”
Conegliano e Valdobbiadene, 15 Giugno 2020 ore 16:47

Ferma presa di posizione del gruppo consiliare di minoranza.

Mancata proroga

A Conegliano è forte lo scambio di opinioni e richieste relativamente alla prossima scadenza dell’IMU che i cittadini della città del Cima devono pagare entro domani, martedì 16 giugno 2020.
«Due settimane fa, riferendoci alle forti ricadute sul tessuto socio-economico della Città che stiamo gradualmente affrontando a seguito della pandemia COVID19 – si legge in un comunicato stampa rilasciato dal gruppo consiliare Popolari per Conegliano – abbiamo proposto all’amministrazione comunale di Conegliano la proroga della scadenza della prima rata della nuova IMU, dal 16 giugno al 30 settembre».
Imu, Popolari per Conegliano: "Un errore non posticiparla"

L’esempio dei comuni vicini

Il gruppo consiliare ha avanzato tale richiesta anche a seguito delle scelte operate da diversi comuni limitrofi di prendere la decisione di posticipare la scadenza ed il pagamento dell’imposta municipale unica, mentre l’amministrazione comunale di Conegliano ha deciso di non operare alcuna rettifica relativamente alla scadenza della tassa.
«I cittadini, in questo periodo, hanno bisogno di liquidità e, un significativo sollievo fiscale poteva essere comodamente fornito – continuano il comunicato stampa del gruppo consiliare – che fine ha fatto il principio di sussidiarietà verticale tanto caro alle radici della nostra parte politica di centro destra?»
Il consigliere comunale Stefano Dugone sottolinea:
«Il rinvio dei termini per il pagamento dell’IMU è oramai una prassi consolidata visto il periodo che stanno attraversando molte famiglie, ma invece di venire incontro alle famiglie si è deciso di non rivedere la scadenza e di creare i presupposti per far fronte ad un un consistente lavoro amministrativo per gli accertamenti. Molti cittadini che non hanno ricevuto la cassa integrazione o che comunque sono in sofferenza economica non riusciranno a pagare».

Le difficoltà dei commercianti

Il gruppo presente in consiglio comunale fa anche riferimento alle attività economiche di Conegliano che in questo periodo di emergenza per il coronavirus hanno dovuto abbassare le serrande e non hanno avuto alcun introito:
«Ci sono tanti imprenditori, commercianti ed artigiani che avranno serie difficoltà nel pagamento dell’IMU».
E ancora:
«Riteniamo infine che, la scelta di differimento della rata della nuova IMU potesse comportare un risparmio di spesa per il bilancio comunale: le aspettative di capacità di pagamento a settembre sono più alte di quelle odierne e ciò potrebbe comportare minori costi di recupero di quelle somme non versate attraverso accertamenti che il comune sicuramente dovrà adottare» – conclude il comunicato stampa del gruppo consiliare Popolari per Conegliano.
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Curiosità