Pieve del Grappa

Istituto Maffioli: la Succursale di Pieve del Grappa passa dall’ex Convento a Villa Fietta

La sezione distaccata dell’istituto castellano sinora ospitato all’ex Convento della Congregazione Suore, sede risultata non più idonea alle attuali normative, sarà trasferita nella funzionale e prestigiosa Villa Fietta, sempre a Pieve del Grappa.

Istituto Maffioli: la Succursale di Pieve del Grappa passa dall’ex Convento a Villa Fietta
Treviso, 04 Giugno 2020 ore 09:09

La Provincia di Treviso si impegna a prendere in affitto la nuova sede per sei anni a partire dal 1 settembre 2020, con possibilità di rinnovo in caso di necessità.

E’ prevista anche la zona intervallo

La porzione di Villa Fietta che sarà utilizzata per il Maffioli ha un’estensione praticamente identica a quella attuale di Crespano, cioè 1.650 metri quadrati che andranno a comprendere: 8 aule, laboratorio di informatica, laboratorio di cucina, sala da pranzo, laboratorio bar, atrio, servizi igienici interni ed esterni. Inoltre, sono previste un’area esterna vicina alle aule, per l’intervallo degli studenti, e alcuni parcheggi prospicienti l’ingresso principale a sud-ovest dell’immobile che saranno ad uso del personale scolastico. Saranno messi a disposizione altri parcheggi esterni al lato nord del fabbricato per l’utenza scolastica. Nel piano degli interventi verranno recuperati gli arredi utilizzabili e le attrezzature delle cucine adattabili ai nuovi locali.

La palestra comunale a uso gratuito

Trasloco, allestimenti e predisposizione di cablaggio del laboratorio di informatica saranno realizzati dalla Provincia e dal Comune di Pieve del Grappa in collaborazione con la proprietà, la Congregazione dei Fratelli delle Scuole Cristiane. Il Comune di Pieve del Grappa concede inoltre agli studenti della sede distaccata del Maffioli, l’utilizzo gratuito della Palestra Comunale situata nelle vicinanze e, inoltre, collaborerà al ripristino della fermata MOM proprio davanti all’entrata di Villa Fietta. L’Istituto Scolastico, poi, installerà a proprie spese la connessione WI-FI. La proprietà si impegna a effettuare gli interventi di manutenzione straordinaria, le opere necessarie all’ottenimento del certificato di prevenzione incendi e quelle al miglioramento sismico dell’immobile, secondo il cronoprogramma e le condizioni tecnico-economiche previste nella relazione concordata con la Provincia. La Provincia di Treviso si occuperà di rimborsare il canone di locazione (64.900€ anno) a consuntivo, sulla base di dati rilevati da contabilizzatori parziali/zonali, ad occorrenza installati dal Locatore. Le spese del servizio asporto rifiuti sono a carico del Ministero della pubblica Istruzione, come da normativa vigente.

La vecchia sede non rispondeva alle normative

Stefano Marcon, Presidente della Provincia di Treviso ha spiegato:

“Quando tutti collaborano per trovare una soluzione, la soluzione si trova! Quando abbiamo dovuto costatare che la vecchia sede del Maffioli a Crespano non rispondeva più alle normative vigenti, ci siamo subito attivati per una nuova soluzione. E oggi, con orgoglio, possiamo dire che gli studenti della succursale a Pieve del Grappa hanno una nuova sede in Villa Fietta. Un edificio di valore storico e architettonico che, con qualche opera di miglioria a carico della proprietà, garantirà sicurezza e stabilità ai 164 studenti che la popoleranno e al personale scolastico. Pieve del Grappa non perderà dunque la succursale e la popolazione scolastica che anima il paese. Ringrazio in primis il Comune nella figura della sindaca Annalisa Rampin per la collaborazione sin dal primo momento, il dirigente scolastico Ezio Toffano che ha lavorato insieme a noi per portare a casa questo risultato e ovviamente la Congregazione dei Fratelli delle Scuole Cristiane per aver accettato di effettuare i lavori di ammodernamento E l’operazione di Villa Fietta non è l’unica che riguarda il Maffioli dato che è ormai in dirittura d’arrivo il progetto definitivo per la nuova sede dello Scarpa di Montebelluna che ospiterà le aule dell’Alberghiero attualmente in dislocamento al Levi”

Fondamentale la permanenza dell’alberghiero

Il sindaco di Pieve del Grappa, Annalisa Rampin ha spiegato:

Sono davvero soddisfatta perché la permanenza dell’Alberghiero è fondamentale non solo per Pieve del Grappa, ma per tutta la zona della Pedemontana e questo credo sia il risultato di una coesione tra Enti, con la Provincia e i Comuni della Pedemontana. Noi come Pieve del Grappa ci siamo messi subito d’impegno per trovare una soluzione, ci siamo resi disponibili a ripristinare la fermata MOM e soprattutto messo a disposizione gratuitamente la palestra di Paderno per supportare ancora di più gli studenti. Penso che la soluzione di Villa Fietta sia davvero ottimale, dato che l’edificio ospitava già i corsi degli Istituti Filippin e questo è un’ulteriore punto a favore di una scuola che ha bisogno di trovare collaborazione e serenità nella presenza sul territorio”.

Incertezze sul futuro scolastico

Il dirigente scolastico Ezio Toffano ha spiegato:

“Sull’anno scolastico 2020/21 la pandemia da coronavirus addensa ancora molte nubi. Non sappiamo bene come riprenderanno le attività in presenza, neanche se le forme di distanziamento e turnazione di cui si discute saranno sufficienti a consentire nuovamente l’abituale frequenza degli studenti. Su una certezza, però, possiamo contare: l’IPSSAR ‘Maffioli’ troverà ospitalità nella splendida cornice di una rimodernata Villa Fietta. Solo 1200 metri in linea d’aria separano il fabbricato attuale dalla sede dove martedì 1 settembre suonerà la metaforica campanella con cui si rappresenta la consegna delle chiavi del fabbricato. Ma la distanza sarà invece ben più evidente in termini di adeguatezza degli spazi, innovazione dei laboratori, qualità della struttura, pregio paesaggistico. Un plauso e un caloroso ringraziamento quindi alle Amministrazioni Pubbliche -Provincia e Comune- che, in accordo con la proprietà, si sono spese per dare giusta collocazione alla sezione staccata dell’Istituto Alberghiero castellano. Felicità e soddisfazione; questi sono i sentimenti che meglio di altri esprimono lo stato d’animo di chiunque appartenga alla comunità scolastica che gioverà di questo spostamento. La sede di Pieve del Grappa del ‘Maffioli’ è infatti un simbolo, che da decenni segna il presidio dell’istruzione pubblica di secondo grado nella pedemontana. Con lo spostamento a Villa Fietta è ritratto il desiderio e l’impegno di uscire da una sensazione di provvisorietà durata a lungo, offrendo a quest’area geografica un’opportunità che la sua gente a la sua storia meritano. Investire in un nuovo fabbricato scolastico significa riconoscere agli studenti il diritto a crescere in formazione, educazione e cultura. Avere a cuore la scuola significa prendersi cura del domani della società. Il passo successivo sarà quello di far vivere agli allievi del ‘Maffioli’ il nuovo istituto come un luogo dell’anima, dove crescere e formarsi assieme ai loro docenti, dove curare le relazioni tra persone, il senso di comunità e la vita sociale. Villa Fietta, quindi, assurge a finestra sul mondo dove immaginare il futuro, in una sfida che coinvolgerà ragazzi, famiglie, insegnanti e tutto il personale della scuola”.

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Curiosità