Cronaca
Controlli carabinieri

La rapina (con inseguimento da film) al supermercato di Oderzo e il "Rambo" di Miane nascosto nel bosco

Carabinieri impegnati in servizi a largo raggio nel Solighese e nell'Opitergino finalizzati alla prevenzione e al contrasto dei reati.

La rapina (con inseguimento da film) al supermercato di Oderzo e il "Rambo" di Miane nascosto nel bosco
Cronaca Conegliano e Valdobbiadene, 30 Ottobre 2021 ore 12:04

Carabinieri impegnati in servizi a largo raggio nel Solighese e nell'Opitergino finalizzati alla prevenzione e al contrasto dei reati.

La rapina (con inseguimento da film) al supermercato di Oderzo

Dal tardo pomeriggio di ieri, venerdì 29 ottobre 2021, sono stati svolti specifici servizi a largo raggio che hanno visto impegnati, sino a tarda sera, i Carabinieri del Comando Provinciale di Treviso. Effettuati posti di controllo sulle principali arterie viarie e particolarmente monitorate le zone del solighese e dell’opitergino.

Nel corso delle operazioni, che hanno visto la presenza attiva di una decina di pattuglie dell’Arma dedicate, i Carabinieri della Compagnia di Vittorio Veneto, coordinati dal Maggiore Giuseppe Agresti, hanno rintracciato, in un casolare in zona boschiva di Miane, un 62enne della zona, traendolo in arresto in ottemperanza a un provvedimento della Corte d’Appello di Venezia a seguito della condanna a 7 mesi di reclusione per minaccia e lesioni personali, reati commessi nel 2015 nel trevigiano.

L’uomo, trovato in possesso, nella circostanza, di un coltello pieghevole con lama di 20 cm. e di un ridotto quantitativo di marijuana e hashish, è stato altresì, rispettivamente, deferito per porto di armi od oggetti atti ad offendere e segnalato alla competente Autorità amministrativa.

Inseguimento da film a Oderzo

A Oderzo, in serata, i militari della locale Tenenza Carabinieri impegnati in attività di prevenzione alla commissione di furti in danno di ditte ed esercizi commerciali, hanno proceduto all’arresto in flagranza di reato per resistenza a Pubblico Ufficiale di un 31enne di origini rumene e alla denuncia in stato di libertà per rapina impropria del medesimo, in concorso con un connazionale 41enne.

 

Erano le 18.00 circa di ieri quando i due stranieri, entrambi incensurati, sono stati fermati dai Carabinieri operanti dopo un concitato tentativo di fuga a bordo di autovettura - nonostante l’alt loro intimato dai militari - successivo ad una rapina impropria commessa in danno di un supermercato del centro opitergino. I malfattori, infatti, dopo aver asportato alcuni generi alimentari ed averli occultati sulla persona, per guadagnare velocemente l’uscita non avevano esitato a spintonare l’esercente che nel frangente rimediava alcuni giorni di prognosi per le contusioni riportate.

Altri controlli

L’arrestato, ad espletate formalità di rito, è stato trattenuto presso la caserma dell’Arma di Oderzo in attesa delle determinazioni dell’Autorità Giudiziaria. Controllati complessivamente 60 veicoli e identificate un’ottantina di persone, fra le quali anche gli avventori di una decina di esercizi pubblici, senza rilevare particolari criticità.