Cronaca

La storia di Castelfranco Veneto al Salone del libro di Roma

Presentato al Salone del Libro di Roma il volume "Guerra e Pace in Consiglio Comunale", di cui è autrice l'ex sindaco di Castelfranco Maria Gomierato.

La storia di Castelfranco Veneto al Salone del libro di Roma
Cronaca Castelfranco, 16 Dicembre 2019 ore 10:14

La storia di Castelfranco Veneto al Salone del libro di Roma

Il motto di questa edizione del Salone del libro di Roma, dedicato alla piccola e media editoria, è molto significativo e richiama un bellissimo pensiero di Marguerite Yourcenar: “Fondare Biblioteche è un po’ come costruire granai pubblici: ammassare riserve contro l’inverno dello spirito…”. L’edizione del dicembre 2019 ha visto partecipare al Salone di Roma anche Panda editore con le sue pubblicazioni: tra queste, anche “Guerra e Pace in Consiglio Comunale”, il libro di cui è autrice Maria Gomierato, ex sindaco di Castelfranco, pubblicato lo scorso anno con le celebrazioni del Centenario della Grande Guerra.

La storia di Castelfranco Veneto al Salone del libro di Roma

Le vicende che accompagnano la Grande Guerra

Il libro indaga 10 anni di inizio novecento, dal 1910 al 1920: sono anni che precedono, accompagnano e seguono le vicende della Grande Guerra nella città di Castelfranco e sul territorio circostante. Dal nodo ferroviario transitano soldati e rifornimenti, armamenti e vettovaglie, feriti e fuggiaschi, in un continuo intreccio di arrivi e di partenze, di timori e di speranze. La vita dei cittadini è travolta dagli eventi. I bombardamenti, che a partire dal 1916 si fanno via via più intensi e disastrosi, inducono la popolazione a fuggire oltre Po e Adige. E la vita, del Consiglio e della Città, riprenderà solo col ritorno a casa dei profughi e dei soldati, alla fine del 1918. Il racconto nasce da una ricerca effettuata analizzando i Verbali di Consiglio e di Giunta dell’epoca - custoditi presso l’Archivio storico della Biblioteca Comunale di Castelfranco Veneto - e dalla lettura di annotazioni e diari di parroci e farmacisti. In quegli anni di inizio secolo, difficilmente paragonabili a quelli dei nostri giorni, emergono - attraverso le priorità e il peso delle deliberazioni di Consiglio o di Giunta - gli approcci amministrativi, le dinamiche del confronto politico, le fratture e le alleanze - i punti di forza e quelli di debolezza di una città e di un territorio. Una microstoria rappresentativa ed emblematica,  che si incardina sorprendentemente nella grande storia che tutti conosciamo.

Il commento dell'autrice

La Regione Veneto, presente con un suo spazio all’interno della Fiera, ha invitato l'autrice a presentare il libro al pubblico del Salone, insieme ad altri autori veneti. "E’ stato un onore parlare della mia Città in quel contesto istituzionale, un’esperienza molto interessante e coinvolgente perché la storia e le vicende di quel periodo non sono state ancora molto approfondite e ogni volta che racconto quelle vicende, anche nelle scuole o presso Associazioni che mi invitano, rilevo tanta curiosità e interesse. Al personale della Regione, ai collaboratori presenti e all’Assessore Regionale Corazzari ho espresso la mia gratitudine proprio per l’impegno a valorizzare il Veneto e la sua storia insieme ai suoi numerosi autori", le parole di Gomierato. Tanti i libri di scrittori veneti presenti infatti anche nello spazio di Panda Edizioni, dove gli autori e l’editore Andrea Tralli si sono potuti incontrare e scambiare idee e impressioni.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter