Soccorritori anche da Treviso

Lorenzo non si trova neanche coi droni: ansia per il 58enne vicentino scomparso – VIDEO

Ricerche riprese anche stamattina dopo il nulla di fatto dei giorni scorsi. L'uomo era uscito a cercare funghi col fratello, ma non ha più fatto ritorno.

Treviso, 23 Settembre 2020 ore 11:58

L’ultimo aggiornamento del Soccorso Alpino e dei Vigili del fuoco alle 19.30 circa di ieri, martedì.

Ricerche riprese stamattina

Sono purtroppo ancora senza esito le ricerche di Lorenzo Lavezzo, di cui non si hanno più notizie da domenica, quando non è rientrato al Rifugio Campolongo dopo una mattinata i cerca di funghi assieme al fratello. Ieri mattina, martedì 22 settembre 2020 a partire dalle 7, le perlustrazioni sono state allargate a un’area più ampia, dopo la verifica sulle rete sentieristica, strade e zone primarie battute più volte a tappeto, verso Malga Trugole, Forte Campolongo e tutti i boschi attorno al Rifugio.  Erano presenti una quarantina di persone tra Soccorso alpino, Vigili del fuoco con due unità cinofile, Associazioni di Protezione civile. I boschi in questi giorni sono frequentati assiduamente da cercatori di funghi – ieri si contavano una trentina di macchine – che invitiamo a porre attenzione nei luoghi percorsi e a segnalare al campo base, al Rifugio Campolongo, ogni possibile informazione. La ricerca è ripresa stamattina.

Non si trova: in volo anche i droni

Le avverse condizioni meteorologiche non hanno fermato le ricerche dei soccorritori, i quali ieri sono stati impegnati per il terzo giorno per la ricerca del cercatore di funghi di cui non si hanno più notizie da domenica scorsa, quando non ha più fatto rientro all’appuntamento con il fratello al rifugio Campolongo di Rotzo. Pure ieri oltre 50 soccorritori tra vigili del fuoco, personale del soccorso alpino, carabinieri, e volontari della protezione civile hanno continuato a cercare l’uomo 58 enne di Arzignano, allargando il territorio di ricerca e ripassando le zone più impervie. I soccorritori son stati supportati ieri dalla presenza di due nuclei cinofili dei vigili del fuoco provenienti da Gorizia e Pordenone oltre alla ricerca con i droni con il personale proveniente dai comandi di Treviso e Rovigo.

L’aggiornamento di lunedì scorso

Ancora negative le ricerche dei soccorritori del cercatore di funghi di cui non si hanno più notizie da domenica, quando non si è più presentato all’appuntamento con il fratello al rifugio Campolongo a Rotzo. Le ricerche iniziate proprio domenica e proseguite lunedì vengono coordinate dall’unità di comando locale dei Vigili del fuoco dove operano gli operatori TAS (topografia applicata al soccorso) assegnano le zone di ricerche e scaricano le tracce GPS delle zone battute. Nella giornata odierna sono stati oltre 50 i soccorritori tra vigili del fuoco, soccorso alpino, carabinieri forestali, protezione civile, che suddivisi in più squadre hanno cercato il 58 enne di Arzignano soprattutto nella zona di malga Fratte. Lunedì mattina sono stati effettuate due ricerche aeree con l’elicottero dei vigili del fuoco Drago 71 del reparto volo di Venezia e quello del SUEM. In azione anche i gruppi cinofili dei vigili del fuoco e del soccorso alpino.

Top news
Turismo 2020
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità