Carabinieri

Lui sì che aveva “fiuto” per gli affari! Reclamizzava la “roba” online tramite social: denunciato

Contrasto allo spaccio di droga: un 26enne italiano nei guai per il "vizietto" di farsi pubblicità sui social. Presa anche la responsabile di un furto a Preganziol.

Lui sì che aveva “fiuto” per gli affari! Reclamizzava la “roba” online tramite social: denunciato
Cronaca Monte Grappa, 15 Gennaio 2021 ore 17:50

Contrasto allo spaccio di droga da parte dei Carabinieri trevigiani: in un caso il pusher, italiano, “reclamizzava” online la sua “roba”…infatti lo hanno beccato!

Lui sì che aveva “fiuto” per gli affari!

Continua l’attività di contrasto allo spaccio di stupefacenti da parte dei Carabinieri del Comando Provinciale di Treviso. Due distinte operazioni: i Carabinieri del Nucleo operativo Radiomobile di Treviso in collaborazione con quelli della Stazione di Villorba hanno tratto in arresto un 46enne colombiano, D.F., dimorante nel trevigiano per detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti.

Lo straniero, fermato nella serata di ieri, giovedì 14 gennaio 2021, in ambito controlli prescrizioni anti Covid lungo la via Noalese nei pressi dell’aeroporto ha manifestato dapprima un atteggiamento sospetto quindi ha tentato di disfarsi di due involucri contenenti circa 23 grammi di cocaina gettandoli sotto l’auto.

Presso la sua dimora veniva rinvenuto materiale per confezionamento droga. Direttissima in mattinata.

Lui sì che aveva "fiuto" per gli affari! Reclamizzava la "roba" online tramite social: denunciato

Cos’è il genio…

I carabinieri della stazione di Borso del Grappa hanno invece deferito in stato di libertà un 26enne italiano che all’esito di perquisizione domiciliare è stato trovato in possesso di 28 grammi di marijuana, 1 gr. di hashish e bilancino di precisione e 1000 euro in contanti, verosimile provento illecita attività.

Il denunciato era solito “reclamizzare” lo stupefacente di cui aveva la disponibilità anche on line tramite il proprio profilo social e questo aveva attirato l’attenzione dei militari dell’Arma.

Lui sì che aveva "fiuto" per gli affari! Reclamizzava la "roba" online tramite social: denunciato

Furto all’Iperlando di Preganziol, presa la responsabile

I Carabinieri della Stazione di Dosson di Casier hanno individuato e denunciato per tentato furto la 20enne originaria della provincia di Udine che lo scorso 5 dicembre, nel parcheggio dell’Iperlando di Preganziol, si era impossessata della borsa di una 67enne prelevandola dal sedile dell’auto della vittima che era intenta a sistemare la spesa nel veicolo.

Grazie all’intervento di altri cittadini che notando ciò che stava accadendo la stavano raggiungendo, la donna fuggiva salendo a bordo di autovettura, abbandonando la refurtiva.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli