Il funerale

L’ultimo saluto a Vittoria, mille persone a Crespignaga: “Un fiore strappato troppo presto” – VIDEO e GALLERY

Cerimonia funebre molto toccante e a tratti straziante ieri al campo sportivo della frazione: "Vorremmo poterci far carico di un po' di questo dolore".

Montebelluna, 02 Luglio 2020 ore 10:34

Di Alessandro Lanza

Folla commossa ieri a Crespignaga di Maser per l’addio a Vittoria De Paoli, morta a soli 14 anni in un tragico incidente.

Un’ondata d’affetto e commozione

Sono volati in alto i palloncini con il suo sorriso impresso sopra, liberati verso la fine della funzione dagli amici in lacrime. Sono volati in cielo proprio come lei, Vittoria De Paoli, 14 anni (era nata il 19 gennaio del 2006), congedatasi troppo presto dall’affetto dei suoi cari – mamma Paola, papà Moreno e le sorelle Rebecca e Carolina – e degli amici che le volevano bene. Lo ha dimostrato, con una prova d’affetto di cui però tutti avrebbero fatto volentieri a meno, la folla che si è radunata nel tardo pomeriggio di ieri, mercoledì 1 luglio 2020, al campo sportivo di Crespignaga di Maser, dove la sfortunata ragazza viveva.

Oltre mille persone al campo sportivo di Crespignaga

Una cerimonia a tratti strazianti – e come avrebbe potuto essere altrimenti? – cui hanno preso parte circa un migliaio di persone. In prima fila anche il sindaco di Maser, Claudia Benedos, e il collega di Montebelluna, Marzio Favero. In fondo, a seguire la giovane mancata lo scorso 28 giugno in un tragico incidente in Vespa a Farra di Soligo, anche il “suo” cavallo: Vittoria, oltre che di recitazione (era stata la baby star della serie Rai “Di padre in figlia” con Cristiana Capotondi) e di canto, era molto appassionata anche di equitazione, ambiente che frequentava dall’età di 8 anni. Aveva tante passioni e interessi Vittoria e tutta una vita davanti per coltivarli: per questo fa ancora più male!

“E’ difficile prendere la parola in questo momento, ma di fronte alla richiesta della famiglia non me la sono sentita di tirarmi indietro – ha esordito nella sua omelia don Fabio Bertuola, che concelebrato le esequie con altri tre sacerdoti – Ricordo ancora distintamente quando, durante un campo scuola 4 anni fa, Vittoria venne da me e mi disse che avrebbe voluto essere battezzata e prendere l’eucaristia. Rimasi sorpreso ma evidentemente nel suo cuore si era mosso qualcosa”.

Battesimo e prima comunione che Vittoria aveva ricevuto effettivamente nel 2016. E ancora:

“La sua scomparsa prematura è una pietra nello stomaco, si era appena affacciata sul palcoscenico della vita, letteralmente – ha proseguito il sacerdote – Era un fiore appena sbocciato alla vita terrena che è stato strappato e questo strappo ha lacerato anche il nostro cuore. Il mio compito, animato dalla fede in Cristo, è oggi quello di gettare un lume di speranza in questo groviglio di dolore”.

Gli strazianti ricordi degli amici

La famiglia tra l’altro, in un gesto di estrema generosità, ha autorizzato la donazione delle cornee di Vittoria, scelta che è stata rimarcata durante la funzione. Tra i presenti c’erano anche i compagni di scuola del liceo Levi di Montebelluna, dove la 14enne frequentava la 1°B eccellendo anche nello studio. “In classe eri sempre sorridente e disponibile”, il ricordo di uno degli insegnanti. Poi, a chiusura della cerimonia funebre, hanno preso la parole gli amici più vicini alla giovane, che hanno lasciato tra le lacrime i loro ricordi, prima di liberare in cielo i palloncini preparati per l’occasione. E nell’aria intorno hanno cominciato a risuonare le note di una canzone cantata proprio da Vittoria.

“E’ una comunità molto colpita da un lutto così grave – le parole del sindaco di Maser, Claudia Benedos – In tanti mi hanno detto una cosa che condivido in pieno: ‘Vorremmo poterci far carico di un po’ del dolore della famiglia, portare anche noi con loro la Croce. Oggi è il momento della comprensione, non dei giudizi sull’accaduto. Mi sia consentito infine di ringraziare tutti i volontari che si sono spesi per organizzare questa funzione in condizioni non semplici, garantendo a tutti i partecipanti la sicurezza”.

26 foto Sfoglia la gallery

 

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Gite in treno
Curiosità