Preoccupazione

Mascherine per tutta l’estate? Zaia: “Vedremo il 15 luglio…”

Il Veneto segue il Dpcm ma è ancora presto per dire come si evolveranno le cose. Risolta intanto la questione case di riposo.

Mascherine per tutta l’estate? Zaia: “Vedremo il 15 luglio…”
Treviso, 22 Giugno 2020 ore 17:18

Il punto stampa di oggi, 22 giugno 2020. Annunciate le linee guida per case di riposo e strutture ricettive extra ospedaliere.

Il bollettino aggiornato

I tamponi effettuati in totale sono 882.379, le persone in isolamento sono 883 mentre i positivi sono 19.247 (solo 2 in più). I ricoverati sono 223 (-2) di cui positivi 29. Le terapie intensive sono 12 (di cui 11 negativizzati e 1 positivo). I morti sono 2.003 (+1) di cui 1.424 in ospedale. Dimessi 3.543 (+2). I nati sono 75.

“Non carichiamo nuovi pazienti e abbiamo un calo che non è in accelerazione ma graduale. Questo potrebbe giustificare il fatto che gli ultimi pazienti rimasti sono i più complicati. Probabilmente gli ultimi 223 ricoverati avranno ancora bisogno di cure intense.”

Alcune raccomandazioni

Un nuovo appello ai veneti, fatto dal Presidente a seguito delle segnalazioni fatte durante questo weekend:

“Molte segnalazioni questo fine settimana sul non rispetto delle regole fondamentali: assembramenti in bar, spiagge e piazze. Noi stiamo calando dal 10 aprile, abbiamo affrontato con un sacco di responsabilità la data del 18 maggio e mi ricordo cosa ho detto: la responsabilità si trasferisce dall’ospedale al cittadino. Ognuno di noi ha una responsabilità personale e una collettiva. Io mi appello ai giovani che magari hanno dato vita agli assembramenti: penso che si debba dialogare e il rischio elevato di una reinfezione sia quello che qualcuno possa portare a casa il virus, magari ad un malato oncologico, al nonno o alla nonna. Il mio appello è che, siccome abbiamo sempre buttato il cuore davanti all’ostacolo, non si stia a casa ma che si esca con delle regole. Se arrivi nella battigia e vedi che è pieno, la spiaggia è grande: fondamentale è portare la mascherina all’interno dei locali e quando ci sono assembramenti.”

L’ordinanza sulle case di riposo

Si è deciso di semplificare l’accesso per chi va a visitare i propri cari nelle case di riposo. L’assessore Lanzarin ha spiegato quali saranno le linee guida. Continua il Presidente Zaia:

Abbiamo risolto anche il problema della presa in carico dei nuovi ospiti. Per mesi, non abbiamo più fatto accoglienza, il che vuol dire che abbiamo anziani non autosufficienti o autosufficienti che avevano diritto ad accesso nelle strutture che sono rimasti in casa. La presa in carico di un paziente che arriva da casa prevede il tampone e la quarantena. Per un paziente che arriva da altra struttura, invece, è previsto il tampone ma non la quarantena.”

Rimane però il problema del personale: servono almeno un migliaio di operatori ma serve che si modifichino le programmazioni per lo studio “Fermo restando che ci vogliono le persone disponibili a frequentare un corso per infermiere oppure OSS”.

Indosseremo le mascherine per tutta l’estate?

A chi chiede per quanto tempo ancora dovremo indossare le mascherine, il Presidente risponde:

“Intanto la mascherina e la modalità di utilizzo è quella prevista nel Dpcm. L’ordinanza del Governo scade il 15 Luglio: in quel Dpcm vedremo se verrà reiterato l’uso della mascherina o no. Vi ricordo che dietro al Dpcm nazionale c’è L’Istituto Nazionale della Sanità e il Comitato Scientifico: noi ci siamo allineati in modo che non ci siano disparità.”

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Curiosità