Nuova ordinanza

Mercati a Treviso, da sabato riaprono in modalità tradizionale ma con ingressi contingentati

Sarà consentito l’ingresso in ciascuna area ad un solo componente per nucleo familiare.

Mercati a Treviso, da sabato riaprono in modalità tradizionale ma con ingressi contingentati
Cronaca Treviso, 26 Novembre 2020 ore 17:39

Dispone l’apertura dei mercati nella modalità tradizionale (ad esclusione di prodotti usati) e nel rispetto delle norme anti contagio da Covid-19.

Mercati, nuova ordinanza in vigore da sabato prossimo

Il Comune di Treviso ha reso noto che sabato 28 novembre entrerà in vigore la nuova ordinanza sindacale che dispone l’apertura dei mercati nella modalità tradizionale (ad esclusione di prodotti usati) e nel rispetto delle norme anti contagio da Covid-19, con ingressi contingentati e presidio da parte di Polizia Locale, Protezione Civile e Gruppo Alpini.

Mercati a Treviso, da sabato riaprono in modalità tradizionale ma con ingressi contingentati
Esempio del mercato piazzale Burchiellati

Le aree mercatali saranno interamente delimitate con transenne o nastri in modo da perimetrare esattamente lo spazio interessato. Saranno previsti due punti di accesso e uscita dell’area mercatale con l’individuazione di un’ area di rispetto esterna. Sarà consentito l’ingresso in ciascuna area ad un solo componente per nucleo familiare, eventualmente accompagnato da un minore di 14 anni.

Il presidio

A presidiare degli spazi commerciali ci saranno gli Agenti della Polizia Locale di Treviso (10 operatori saranno impegnati nella giornata di sabato), Protezione Civile e 24 volontari del Gruppo Alpini di Treviso, in virtù di un accordo con Confesercenti. Gli operatori dovranno garantire il distanziamento sociale tra loro e indossare mascherine e guanti protettivi monouso o gel igienizzante da mettere anche a disposizione della clientela.

Nel caso di acquisti con scelta in autonomia del prodotto da parte del cliente, dovrà essere resa obbligatoria la disinfezione delle mani prima della manipolazione della merce. In alternativa, dovranno essere messi a disposizione della clientela guanti monouso. Gli operatori avranno poi l’obbligo, con l’ausilio della Polizia Locale, di prevenire la formazione di assembramenti e di segnalare l’eventuale formarsi di ammassamenti di persone.

I mercati interessati dalle misure

Il Piano di applica ai seguenti mercati:

  • Maggiore (Viale, Piazzale Burchiellati, Borgo Mazzini e Piazza Matteotti)
  • Isola Pescheria e di Corte San Parisio, San Liberale (Piazza Unità d’Italia)
  • S. Pelaio (Piazza Costituzione)
  • Mercato agricolo di Fiera (Villaggio Gescal Via Da Milano)
  • Mercato agricolo Campagna Amica di Monigo (Piazzale Olimpia)
  • Mercato agricolo Campagna Amica di S. Maria del Rovere (Via Ugo Bassi).

«Nel rispetto dell’ordinanza regionale e grazie all’accordo con Confesercenti in ordine all’utilizzo dei volontari, è stata trovata una soluzione per l’apertura del mercato nella tradizionale modalità», spiega il vicesindaco di Treviso Andrea De Checchi. «È stato messo a punto un piano che permette l’allargamento dai soli beni alimentari ad altri prodotti, eccezion fatta per la merce usata. Servirà grande responsabilità e attenzione da parte di tutti, dagli operatori ai clienti, affinché il mercato si svolga in completa sicurezza».

LEGGI ANCHE:

In pensione dal 1° dicembre il dottor Giorgio Bazzerla

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità