Menu
Cerca
Carabinieri

Montebelluna, due arresti per droga e resistenza a pubblico ufficiale

In manette un 24enne del posto e un coetaneo che, brandendo una bottiglia di vetro, ha aggredito i militari.

Montebelluna, due arresti per droga e resistenza a pubblico ufficiale
Cronaca Montebelluna, 08 Giugno 2021 ore 14:19

Nella serata di ieri i Carabinieri della Compagnia di Montebelluna hanno proceduto, in distinte operazioni, all’arresto di due individui.

Montebelluna, due arresti

All’esito di un’attività d'indagine finalizzata alla prevenzione e alla repressione del traffico illecito di sostanze stupefacenti è stato tratto in arresto P.D., 24enne del posto, già da tempo osservato speciale degli investigatori dell’Arma.

Il giovane, nella circostanza, è stato sorpreso poco dopo aver ceduto alcuni grammi di marijuana ad un suo cliente e la successiva perquisizione in abitazione permetteva di rinvenire, in possesso del medesimo, un primo sacchetto del peso di gr. 440 ed un secondo sacchetto del peso di gr. 310 sempre di marijuana, svariato materiale per il confezionamento della droga, un bilancino di precisione e più di 18.000 Euro in contanti, somma di denaro ritenuta verosimile provento dell’illecita attività. Al termine delle formalità di rito il fermato è stato posto in regime di arresti domiciliari a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Marocchino 24enne in manette

Nella stessa serata, in viale della Stazione di Montebelluna, due pattuglie di militari dell’Arma intervenute in loco hanno tratto in arresto per violenza e resistenza a Pubblico Ufficiale un cittadino marocchino, E.O.A., 24enne, dimorante nel bellunese, già noto alle Forze dell’Ordine.

Nella circostanza lo straniero, in evidente stato di alterazione, sottoposto a controllo di polizia, dopo aver rifiutato ripetutamente di declinare le proprie generalità, dapprima insultava e minacciava gli operanti brandendo una bottiglia di vetro, quindi, dopo aver tentato di allontanarsi si opponeva con forza ai militari dell’Arma con calci e gomitate.

L’uomo, riportato alla calma e condotto in caserma, è stato trattenuto presso quella struttura in attesa dell’udienza di convalida prevista nell’odierna mattinata.