Montebelluna, nuovo dirigente per la gestione del territorio

Ha 37 anni, è nato a Pordenone e si chiama Pierantonio De Rovere.

Montebelluna, nuovo dirigente per la gestione del territorio
Montebelluna, 11 Gennaio 2020 ore 19:59

Montebelluna, nuovo dirigente per la gestione del territorio. Ha 37 anni, è nato a Pordenone e si chiama Pierantonio De Rovere: è lui il nuovo dirigente del settore governo e gestione del territorio, Sua e provveditorato, Sic.

Un incarico a tempo pieno ed indeterminato, assegnato attraverso un concorso che la giunta comunale aveva scelto di bandire per istituzionalizzare un ruolo che per anni era stato coperto a contratto dall’architetto Roberto Bonaventura che nell’estate scorsa ha lasciato il posto dopo aver vinto il concorso come dirigente a contratto presso il Comune di Treviso.

L’assegnazione dell’incarico arriva dopo le prove scritte ai quali erano stati ammessi 58 candidati, e quella orale, alla quale ne erano stati ammessi 18.

Iscritto all’ordine degli ingegneri di Pordenone dal 2008, de Rovere ha conseguito la laurea specialistica in ingegneria civile-strutture presso il Politecnico a Milano nel 2004 e la laurea in scienze dell’architettura all’Università degli studi di Udine nel 2013.

Dopo un paio di esperienze nell’ambito privato – tra il 2007 ed il 2010 – ha iniziato a prestare servizio nella pubblica amministrazione: prima come istruttore tecnico direttivo nel Comune di Vivaro, poi nello stesso Comune come responsabile del servizio tecnico e dal 2016 ad oggi presso il Comune di Maniago come responsabile dell’area Assetto del Territorio.

Interviene il sindaco Marzio Favero: “Sono felice di comunicare che l’iter per l’assegnazione del posto di dirigente si è concluso positivamente con l’individuazione di una figura professionale che ha le caratteristiche di cui necessita il terzo settore – governo del territorio.

Ricordo infatti che, se in passato il Comune poteva permettersi quattro dirigenti, oggi invece può disporne solo di due a causa delle normative sulla riduzione sui costi del personale e quindi se prima c’erano due dirigenti distinti per i lavori pubblici e urbanistica, adesso il peso lo deve portare una sola persona. Dato che il vincitore Pierantonio De Rovere è laureato sia in ingegneria sia in scienze dell’architettura è ottima cosa per le nostre esigenze.

Devo ringraziare chi l’ha preceduto, cioè l’architetto Roberto Bonaventura che dal 2011 fino all’estate del 2019 ha svolto un ottimo lavoro nel terzo settore, così come è doveroso ringraziare la dottoressa Fiorella Lissandron che nei mesi di vacatio è riuscita a gestire l’incarico ad interim del terzo settore, continuando a dirigere il secondo. Un plauso al segretario generale Cescon, alla dottoressa Calabretto e alla Commissione perché le procedure concorsuali sono state sviluppate, seppur nel rispetto della normativa, in tempi record e cioè in poco più di tre mesi.

Un augurio di buon lavoro al nuovo dirigente che ha davanti a sé una sfida importane perché vi è un piano di opere pubbliche imponente da 21 milioni di euro e si avvicina il momento anche di una prima variante generale al piano degli interventi”.

Ora vi sono al massimo 60 giorni per l’insediamento a Montebelluna in funzione anche al tempo di preavviso del dottor De Rovere presso il Comune di Maniago.