Menu
Cerca

Mussolente si conferma cerniera tra il Trevigiano ed il Vicentino

Presentata ad Asolo dal vicesindaco misquilese Valentina Fietta la roadmap per la candidatura delle Terre di Asolo e Monte Grappa a Riserva della Biosfera Unesco.

Mussolente si conferma cerniera tra il Trevigiano ed il Vicentino
02 Aprile 2019 ore 14:28

Mussolente si conferma cerniera tra il trevigiano ed il vicentino

Sono oltre 10mila i visitatori che hanno partecipato nel week end scorso ad Asolo, nel trevigiano, alla prima edizione del Festival Emozioni Venete, dedicato alla promozione del turismo nelle Terre di Asolo e Monte Grappa. Una manifestazione in cui Mussolente ha fatto da cerniera tra l’area trevigiana e quella bassanese per più ragioni, come ha avuto modo di sottolineare Valentina Fietta, Presidente dell’Ipa Terre di Asolo e Monte Grappa e vicesindaco di Mussolente. A dimostrarlo sia l’impegno di Mussolente all’interno dell’IPA sia la recente adesione all’Intesa programmatica d’area da parte anche di Romano d’Ezzelino.

La manifestazione e gli apprezzamenti dell’assessore regionale al turismo

Una manifestazione, quella andata in scena ad Asolo, molto apprezzata sia dal pubblico che dagli organizzatori. Tra degustazioni di formaggi del territorio e Asolo Prosecco DOCG, escursioni, workshop fotografici, anche a cura del campione mondiale di fotografia naturalistica Milko Marchetti, laboratori d’acquerello sul paesaggio, attività con i pony e molto altro, durante il Festival Emozioni Venete è stata presentata la roadmap che condurrà alla presentazione del dossier. Apprezzamenti all’IPA sono stati espressi da parte dell’assessore regionale al turismo, Federico Caner, per aver accolto in modo pieno quello che la vision regionale vorrebbe fosse portata avanti a livello territoriale.

Il commento di Valentina Fietta

“Emozioni Venete è il primo festival del territorio in cui ciascun territorio ha potuto proporre i propri percorsi ed escursioni da far conoscere ai visitatori e che ha visto una grande successo per le proposte connesse alla mobilità lenta pedonale e ciclabile. E’ stata anche l’occasione per evidenziare il grande lavoro portato avanti dall’IPA in termini di destinazione turistica: abbiamo costituito il marchio d’area, una cabina di regia sul marketing territoriale, progetti partecipati accedendo a fondi europei e l’introduzione della tassa di soggiorno come strumento a sostegno di questi progetti sovracomunali. A questo, si aggiunge e, in chiusura, la recente candidatura per il marchio Unesco da parte dell’Ipa Terre di Asolo e Monte Grappa insieme ad altri Comuni dell’Unione Montana Feltrina e dell’Unione Valbrenta ed in cui Mussolente si colloca come cerniera. Ora stiamo chiudendo l’iter d’adesione delle associazioni di categoria e delle sezioni degli Alpini. Oltre al riconoscimento, ci sono una serie di aspetti collaterali che rappresentano delle grandi opportunità per tutto il territorio del Grappa: la promozione del territorio, del turismo, soprattutto slow e di qualità, delle attività produttive, dei prodotti locali. E’ una sfida a 360 gradi per tutto il territorio del Grappa ed un impegno corale che getta le basi per lo sviluppo futuro dell’intera area del Massiccio”.

Il commento del sindaco di Asolo Mauro Migliorini

 “La prima edizione di questo festival si è rivelata un successo da ripetere. Proprio a conclusione del festival, organizzato dalla rete d’impresa Emozioni Venete che ha riunito 16 operatori del settore turistico di cui è capofila la Gu&Gi, entriamo nel vivo del lavoro propedeutico alla presentazione del dossier al Ministero dei Beni Culturali e all’Unesco, prevista per il 2020”.