Cronaca
Resoconto 2021

Nella Marca automobilisti di fretta e distratti: mortalità sulle strade in aumento rispetto al 2020

Il 2021 ha continuato a segnare un utilizzo massiccio e crescente del telefono cellulare durante la guida il che significa percorrere decine e decine di metri "al buio".

Nella Marca automobilisti di fretta e distratti: mortalità sulle strade in aumento rispetto al 2020
Cronaca Treviso, 30 Dicembre 2021 ore 12:11

Il totale degli incidenti rilevati dalla Polizia Stradale è di 561, il 16,9% in meno rispetto all'anno precedente (675) e il 43,3% in meno rispetto al 2019 (990).

Nella Marca automobilisti di fretta e distratti

Diminuiscono i feriti 548 - meno 16,6% rispetto al 2020 (655) e meno 43 % rispetto al 2019 (962) - resta invariato nel 2021 per la Polizia Stradale rispetto all’anno precedente il numero di incidenti mortali rilevati lungo la viabilità ordinaria (14, con 14 vittime) mentre lungo l’A27 passano da uno con una vittima a due con due vittime.
Nel 2019 gli incidenti mortali rilevati dalla sola Polizia Stradale sono stati 26 (di cui uno in A.27) con 27 persone decedute (di cui una in A.27).
Nel 2021, sebbene Treviso sia stata tra le 37 provincie virtuose - unica del Veneto - ad aver raggiunto l’obiettivo UE 20201 (il dimezzamento dei morti sulle strade rispetto all’anno 2010), complessivamente (Polizia di Stato + Arma dei Carabinieri + Polizie Locali) la mortalità sulle strade della Marca è tornata ad aumentare rispetto al 2020: in particolare nel mese di gennaio (+6 vittime), di marzo (+1 vittima), di aprile (+3 vittime), di luglio (+2 vittime) e di agosto (+12 vittime). Ad aumentare nel dettaglio gli investimenti (5 nel 2020 11 nel 2021) e le fuoriuscite autonome (11 nel 2020 18 nel 2021) in orario prevalentemente notturno/serale.

Al momento i dati non ufficiali disponibili attestano che il numero delle vittime della strada nel 2021 sembra non abbia superato quello del 2019 e del 2018 ambedue con 56 vittime.

Numeri e operazioni ad alto impatto

Con 4.6843 pattuglie di cui 2.690 dedicate alla vigilanza lungo l’autostrada A.27 e la SPV-Pedemontana Veneta anche nel 2021 sono stati organizzati servizi specifici su singole materie della viabilità. I veicoli controllati nel corso dell’anno sono stati 29.960. Sono state ritirate 396 patenti di guida (392 nel 2020) e 510 carte di circolazione (418 nel 2020) e prestati 2.811 soccorsi.

Nel 2021 sono state accertate 26.565 infrazioni al Codice della Strada, oltre che decurtati 41.387 punti - 34.923 nel 2020 e 29.007 nel 2021 -, con un incremento del 33% rispetto alle 19.975 violazioni contestate nel 2020. L’aumento risulta ancora più significativo se comparato con i risultati del 2019 (16.627) con un aumento percentuale del 59,70%.
In realtà la Polizia Stradale di Treviso non ha mai contestato prima in provincia un numero così elevato di violazioni.

Nel 2021 i controlli della Polizia Stradale hanno evidenziato che il 38,27% dei conducenti sottoposti ad accertamento con etilometro risultava in stato di alterazione conseguente all’abuso di sostanze alcoliche - 204 su 533 controlli- (nel 2020 la percentuale era del 48,20% - 148 su 307 controlli - mentre nel 2019 era del 26,82% - 345 su 1.286 controlli).
Per quanto attiene l’alterazione conseguente all’assunzione di sostanze stupefacenti nel 2021 sono stati 20 i casi accertati rispetto ai 24 del 2020 ed ai 44 del 2019.

Il 2021 ha continuato a segnare un utilizzo massiccio e crescente del telefono cellulare durante la guida il che significa percorrere decine e decine di metri "al buio". Telefoni cellulari, chat, selfie sono fonti di disattenzione, spesso fatali. Le violazioni specifiche accertate, anche grazie all’utilizzo di auto "civetta", sono passate dalle complessive 1.689 del biennio 2018-2019 a 2.674 del biennio 2020-2021 con un incremento pari al 58,3%.
Le infrazioni accertate nel 2021 per eccesso di velocità sono state 3.190 più di 265 al mese con un incremento del 95% rispetto alle 1.641 del 2020.

Non solo velocità. I controlli continui nel 2021 hanno evidenziato ancora una forte negligenza nell’utilizzo delle cinture di sicurezza sia da parte dei conducenti che dei passeggeri. Le violazioni contestate sono state 2.619 – più 11% rispetto al 2020 (2.360) e più 57,5% rispetto al 2019 (1.666).
Tutti comportamenti sbagliati che anche nel 2021 sono stati alla base – insieme all’abuso di alcol e all’uso di droghe – di un’alta percentuale di incidenti stradali.

Autotrasporto

Controlli stringenti anche nel campo dei trasporti professionali, sia di merci che di persone. Aumentano complessivamente del 33% i controlli sui vettori esteri rispetto al 2019.
Nel 2021 sono ben 1.315 le infrazioni legate al cronotachigrafo che registra tempi di guida e riposo - 919 nel 2020(+43%) e 774 nel 2019 (+70%).
Occhi puntati anche all’eccedenza di carico dei mezzi industriali: 2.556 le violazioni del 2021 rispetto alle 2.079 del 2020 (+23%) e alle 1.550 del 2019 (+65%).
In costante aumento anche le infrazioni relative al trasporto su strada delle merci pericolose arrivate nel 2021 a ben 401, +31% rispetto al 2020 (306) e +220% rispetto al 2019 (124).

Attività di Polizia Giudiziaria
L’attività svolta su tutto il territorio della provincia nel 2021 ha portato ad arrestare 6 persone (5 nel 2020 e 2 nel 2019) ed alla denuncia in stato di libertà di 135 persone (83 nel 2020 e 29 nel 2019) a fronte dei 274 reati contestati (173 nel 2020 e 50 nel 2019).