Cronaca
Insospettabile

Nella roulotte nei boschi della Pedemontana nascondeva 25 chili di marijuana: arrestato 17enne di Castelfranco

Il ragazzo sorpreso proprio mentre, con fare trafelato e guardingo, stava entrando nella roulotte. Lo stupefacente gli avrebbe fruttato decine di migliaia di euro.

Nella roulotte nei boschi della Pedemontana nascondeva 25 chili di marijuana: arrestato 17enne di Castelfranco
Cronaca Castelfranco, 27 Ottobre 2021 ore 16:56

Arrestato minorenne con 25 chili di marijuana.

Nella roulotte nei boschi della Pedemontana nascondeva 25 chili di marijuana: arrestato 17enne di Castelfranco

I Carabinieri della Compagnia di Castelfranco Veneto hanno proceduto all’arresto di un giovane 17enne originario del centro della Castellana per detenzione ai fini di spaccio di un ingente quantitativo di sostanza stupefacente del tipo marijuana.

 

I militari dell’Arma sono intervenuti, nella circostanza, nella zona della Pedemontana, dove, in area boschiva, era ubicata una roulotte in sosta ricoperta da un telo oscurante, chiaramente abbandonata in loco dai proprietari, ma che da qualche tempo, secondo alcune segnalazioni ricevute da cittadini frequentanti la zona per compiervi delle passeggiate, risultava essere mèta di un giovane non meglio identificato che si preoccupava di chiudere con lucchetto la “casa mobile” sia dopo avervi fatto accesso che nel momento in cui se ne allontanava.

Il blitz dei militari

Il blitz fatto scattare dagli operanti consentiva, nelle ore scorse, di bloccare il ragazzo proprio mentre lo stesso, con fare trafelato e guardingo, stava entrando nella roulotte dopo averne estratto le chiavi di accesso dalla tasca dei pantaloni.

La perquisizione dei locali effettuata nell’immediatezza dai Carabinieri del Nucleo Operativo di Castelfranco V. consentiva di rinvenire ben 25 chilogrammi di marijuana, parzialmente essiccata, che occupava buona parte degli spazi della casa mobile. Sopra una mensola della “cucina” del mezzo era riposto tutto l’occorrente per il confezionamento dello stupefacente: buste di cellophane ritagliate, una forbice, due coltelli e un cutter tutti con le punte ancora intrise di residui di marijuana e, infine, 3 capienti bottiglie contenenti liquido fertilizzante evidentemente utile alla coltivazione del particolare tipo di stupefacente che messo in commercio avrebbe fruttato svariate decine di migliaia di Euro.

L’arresto è stato convalidato e per il giovane è stata confermata, dal Giudice del Tribunale per i Minorenni di Venezia, la misura restrittiva della permanenza in casa.