A Treviso

Non ce l'ha fatta Giulia Mauri, la 38enne travolta in bici da un camion con gru

L'incidente avvenuto nel pomeriggio di lunedì 3 giugno 2024 lungo viale della Repubblica: la 38enne è stata travolta mentre stava transitando sull’attraversamento del canale

Non ce l'ha fatta Giulia Mauri, la 38enne travolta in bici da un camion con gru
Pubblicato:
Aggiornato:

A poche ore di distanza dal grave incidente stradale avvenuto nel primo pomeriggio di lunedì 3 giugno 2024, lungo viale della Repubblica a Treviso, purtroppo è arrivata una tragica notizia: Giulia Mauri, 38 anni, non ce l'ha fatta. La 38enne, mentre si trovava in bici, è stata investita improvvisamente da un autocestello guidato da un 24enne. Il veicolo, finito fuori strada, ha poi finito la sua corsa nel fiume Botteniga, trascinando Giulia con sé. Per questo motivo è stato richiesto l'intervento dei vigili del fuoco e dei sommozzatori per recuperare gli incidentati e il furgone dal corso d'acqua.

(In copertina: immagine dell'incidente e della vittima Giulia Mauri)

Giulia Mauri non ce l'ha fatta

Nonostante il disperato intervento del personale medico e il trasporto d'urgenza all'ospedale Ca' Foncello, Giulia Mauri, 38 anni, non ce l'ha fatta. La giovane, impiegata in uno studio di commercialisti, è infatti spirata qualche ora dopo essere stata investita da un camion con gru mentre stava pedalando in sella alla sua bicicletta lungo viale della Repubblica.

A dare notizia del decesso è stato anche il sindaco di Treviso, Mario Conte:

"Giulia Mauri, la ragazza investita ieri da un furgone in Strada Ovest, non ce l'ha fatta - ha scritto il primo cittadino Trevigiano - Abbiamo pregato e sperato per lei. A nome di tutta la comunità trevigiana porgo le mie più sentite condoglianze alla famiglia".

Qui di seguito ecco il post pubblicato dal sindaco Conte su Facebook.

Giulia era una grande appassionata di karate, sport che praticava presso l'associazione Ren Bu Kan Karate di Treviso e per il quale aveva raggiunto la cintura nera terzo Dan. In queste ore la società con la quale collaborava la 38enne ha voluto lasciare un ricordo addolorato sulla sua pagina Facebook:

"Se n’è andato un angelo - ha riportato la Ren Bu Kan Karate - Una persona per bene, innamorata di tutto ciò che la circondava, un punto di riferimento per ognuno di noi. Siamo stati fortunati ad averti tra noi come allieva, amica e collaboratrice. Lasci un vuoto immenso. Grazie Giulia, ti porteremo per sempre nel cuore".

Sul profilo della società sono state pubblicate alcune immagini di Giulia impegnata nelle gare, nelle lezioni e nelle attività della Ren Bu Kan Karate.

Dalle prime informazioni sulla tragedia, pare che Giulia, negli istanti precedenti all'investimento, stesse andando a recuperare le chiavi di casa - di recente comprata col suo fidanzato - che aveva dimenticato in ufficio. Se fosse confermata questa dinamica dei fatti, si tratterebbe davvero un perfido scherzo del destino.

38enne investita da un autocestello a Treviso

Il sinistro stradale si è verificato ieri pomeriggio, lunedì 3 giugno 2024, lungo Viale della Repubblica, all'altezza dell'autoscuola Gobbo.

Qui, infatti, intorno alle 13,20, Giulia Mauri è stata improvvisamente investita da un autocestello guidato da un 24enne, dipendente di una ditta di manutenzione, proveniente da Villorba e diretto verso l'incrocio delle stiore.

La dinamica

Stando a una prima ricostruzione dei fatti da parte della Polizia Locale, la 38enne era in sella alla sua bicicletta all’altezza dell’attraversamento sul Canale Botteniga quando è stata travolta. L'autocestello, finito fuori strada, ha così sfondato il guard-rail laterale di un ponticello, terminando la sua corsa nelle acque del vicino fiume Botteniga. Anche la 38enne investita è stata sbalzata all'interno del corso d'acqua.

38enne investita da un furgone a Treviso

Immediato l'allarme, lanciato dai tanti testimoni presenti in quel momento, ai soccorritori e alle forze dell'Ordine. Sul posto, in breve tempo, sono accorsi gli agenti della Polizia Locale, il personale sanitario del Suem 118 e i vigili del fuoco con l'ausilio dei sommozzatori. Non ci sarebbero frenate.

38enne investita da un furgone a Treviso

Il conducente del mezzo è stato estratto sotto shock dai sommozzatori dei Vigili del Fuoco. I due incidentati sono stati immediatamente recuperati dal Botteniga, anche grazie all'intervento di alcuni passanti. La 38enne ha rimediato le lesioni più gravi, motivo per il quale è stata subito trasportata all'ospedale Ca' Foncello di Treviso in  pericolo di vita.

38enne investita da un furgone a Treviso

Per effettuare tutte le operazioni di soccorso è stato chiuso al traffico il tratto stradale interessato dall'incidente. Al momento, come ci è stato riferito dal vice comandante della Polizia Locale di Treviso, Patrich Antonello, la dinamica dell'accaduto è al vaglio delle forze dell'Ordine. Una completa ricostruzione dei fatti sarà possibile solo dopo aver analizzato tutte le prove raccolte e aver confrontato tutte le versioni dei testimoni presenti sul luogo dell'incidente stradale. La polizia locale, in tal senso, esaminerà anche le immagini delle telecamere di videosorveglianza presenti nella zona per avere un quadro esatto del sinistro.

38enne investita da un furgone a Treviso

Il sindaco di Treviso, Mario Conte, ha pubblicato sul suo profilo Facebook un'immagine dell'incidente stradale, manifestando la sua vicinanza alla 38enne rimasta gravemente ferita.

Commenti
Lascia il tuo pensiero

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui nostri canali