Menu
Cerca
Casale sul Sile

Non si ferma all'alt, tenta di investire un agente e poi simula il furto della moto per "sfangarla": denunciato

Sanzioni e denunce dei Carabinieri sulle strade della Marca. Anche a Montebelluna un automobilista ubriaco ne ha combinate di tutti i colori.

Non si ferma all'alt, tenta di investire un agente e poi simula il furto della moto per "sfangarla": denunciato
Cronaca Treviso, 27 Maggio 2021 ore 11:29

I Carabinieri del Comando Provinciale di Treviso, all’esito di attività di controllo della circolazione stradale finalizzata a far rispettare le norme del Codice della Strada, hanno sanzionato svariati conducenti di auto e motoveicoli.

Non si ferma all'alt, tenta di investire un agente

A Casale sul Sile, al termine di attività d'indagine, i militari del locale comando Arma hanno deferito in stato di libertà per resistenza a Pubblico Ufficiale e simulazione di reato un 51enne veneziano, il quale nella mattinata del 25 maggio scorso a Casale sul Sile, mentre si trovava alla guida di motociclo, non si fermava all’alt imposto da agenti della Polizia Locale, tentando di investire uno degli operanti e dileguandosi a velocità sostenuta in direzione di Quarto d’Altino.

L’indagato, al fine di ostacolare le indagini, dopo un paio d’ore, si recava presso la Stazione Carabinieri di Venezia Lido, formalizzando denuncia di furto del motociclo, asseritamente commesso da ignoti in data 23 maggio 2021.

Ma nella mattinata di ieri, all’esito di specifico servizio svolto dai militari della Stazione di Casale sul Sile, l’indagato veniva rintracciato mentre era con il motociclo oggetto della denuncia di furto. Durante il controllo l’interessato è risultato privo della patente di guida, perché revocata, e sprovvisto di copertura assicurativa, motivo per il quale veniva sanzionato amministrativamente.

Montebelluna, sbanda e finisce contro un paracarro

I Carabinieri del Comando Provinciale di Treviso, all’esito di attività di controllo della circolazione stradale finalizzata a far rispettare le norme del Codice della Strada, hanno sanzionato svariati conducenti di auto e motoveicoli.

In particolare, i militari della Stazione Carabinieri di Pederobba hanno deferito in stato di libertà per guida in stato di ebbrezza un 46enne montebellunese che nella serata del 25 maggio scorso mentre percorreva la via Dalmazia a Montebelluna alla guida della propria autovettura Mercedes perdeva più volte il controllo del mezzo collidendo dapprima contro un paracarro, successivamente sovrastando la rotatoria presente e terminando la corsa contro il muro di cinta di un edificio disabitato.

L’utente, illeso, sottoposto a immediato accertamento etilometrico, risultava avere un tasso alcolemico superiore a g/l 1,5.

A Montebelluna i militari del Nucleo Operativo e Radiomobile rintracciavano e traevano in arresto in esecuzione di ordine di carcerazione emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Treviso, un cittadino dominicano classe 1972 che dovrà scontare la condanna a un mese di carcere per guida in stato ebbrezza, commessa in Montebelluna nel 2015.

I Carabinieri della Stazione di Maserada hanno invece denunciato un 43enne del posto che sempre nella serata di martedì lungo la via SS13 di Spresiano, alla guida di autovettura, urtava una 27enne causandole per fortuna solo lievi lesioni a seguito delle quali l’infortunata rimediava qualche giorno di prognosi.

Sottoposto ad accertamento mediante etilometro, l'indagato veniva trovato con tasso alcolemico pari a circa 3 gr./l.