Massima attenzione

Nuovi positivi al Covid-19, torna a preoccupare l’ex Caserma Serena. Conte: “Va chiusa”

I casi riguardano alcuni ospiti dell’ex Caserma Serena, un’infermiera dell’Unità Operativa di Malattia Infettive del Ca’ Foncello e un operatore di un Centro Disabili.

Nuovi positivi al Covid-19, torna a preoccupare l’ex Caserma Serena. Conte: “Va chiusa”
Treviso, 29 Luglio 2020 ore 08:43

Ieri rilevati alcuni casi per i quali è stato previsto uno screening ampio, i cui risultati completi si conosceranno nella giornata di oggi, mercoledì.

Oggi i risultati completi del maxi screening

Nell’ambito dei nuovi positivi inseriti nel report regionale di ieri, martedì 28 luglio 2020, con riferimento all’Ulss 2, ci sono alcuni casi per i quali è stato previsto uno screening ampio, i cui risultati completi si conosceranno nella giornata di oggi, mercoledì. Lo ha reso noto nella serata di ieri proprio l’Ulss2 Marca Trevigiana.

Torna a preoccupare l’ex Caserma Serena

I casi riguardano, rispettivamente, alcuni ospiti dell’ex Caserma Serena, un’infermiera dell’Unità Operativa di Malattia Infettive del Ca’ Foncello e un operatore di un Centro Disabili.

“All’ex Caserma è stato inizialmente sottoposto a tampone un ospite che manifestava lievi sintomi influenzali. A seguito della sua positività sono stati testati due suoi contatti stretti: entrambi sono risultati positivi per cui da domani (oggi per chi legge, ndr.) lo screening sarà esteso a tutti gli ospiti e operatori della struttura. L’infermiera, asintomatica, è risultata positiva nell’ambito dei controlli effettuati a seguito della positività, emersa ieri, di un suo contatto stretto, sintomatico. Sarebbe lui, dai primi riscontri epidemiologici, la fonte del contagio della donna, immediatamente collocata in isolamento domiciliare. Domani, a scopo di massima precauzione, sarà eseguito il test su tutti gli operatori dell’Unità Operativa di Malattie Infettive. Quello di domani è uno screening aggiuntivo rispetto a ai controlli routinari previsti per il personale sanitario.

Positivo anche un operatore del Centro Disabili

La positività dell’operatore del Centro Disabili, anche lui asintomatico è emersa, invece, nell’ambito dei consueti test di controllo a cui vengono sottoposti gli operatori di queste strutture. Oggi, mercoledì, è prevista l’effettuazione, anche in questo caso a scopo precauzionale, di una sessantina di tamponi, tra ospiti, operatori della struttura e altri contatti stretti dell’operatore.

“Il ricovero registrato oggi in Malattie Infettive riguarda un paziente Covid già noto, per il quale è stato disposto il ricovero, stante l’aggravamento delle sue condizioni”.

Il commento del sindaco Conte

“La notizia dei tre migranti positivi al tampone conferma il fatto che, con un’emergenza Covid in corso, non possiamo più prevedere una struttura con più di 300 persone al suo interno. Sono fiducioso e spero non si ripetano altri episodi come la mezza rivolta dello scorso giugno: abbiamo spiegato ai ragazzi, in tutte le maniere, che i tamponi in queste situazioni sono fondamentali e vanno fatti – le parole del primo cittadino trevigiano – Con il Prefetto la collaborazione è massima e ho chiesto un appuntamento per parlare del futuro dell’ex caserma: tenerla così, adesso, è un rischio che non possiamo più correre”.
Top news
Turismo 2020
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Gite in treno
Curiosità